Oktoberfest a Monaco di Baviera

Per due settimane fiumi di birra, musica, stand, gastronomia, fuochi pirotecnici e tanto folklore si potranno ammirare nella capitale mondiale della birra. E' l'Oktoberfest, conosciuta anche come la festa della birra, che dal 1810 si svolge a Monaco di Baviera.

Octoberfest., Monaco di Baviera - Oktoberfest in notturna, Baviera - BAYERN TOURISMUS Marketing GmbHOctoberfest., Monaco di Baviera - Oktoberfest in notturna, Baviera - BAYERN TOURISMUS Marketing GmbH

Ogni anno è il sindaco della città bavarese ad avere l’onore di inaugurare la festa con l’apertura della prima botte di birra. Il tutto si svolge presso lo stand Schottenhamel al grido di “”O’zapft is!”, in dialetto bavarese, il cui significato è incomprensibile ai numerosissimi stranieri che qui giungono ogni anno da tutto il mondo.

In realtà già dal mese di agosto in tutta la Germania si susseguono feste della birra ma il culmine si ha proprio a Monaco dove la festa prende il nome di “Wiesn“.

Le origini della festa (impropriamente detta da alcuni anche October Fest)risalgono al lontano 1810, anno in cui si festeggiò il matrimonio di Ludwig I (allora principie ereditario) con la principessa Therese von Sachsen-Hildburghausen (Teresa di Sassonia). La festa piacque molto agli abitanti bavaresi a tal punto che la vollero ripetere ogni anno. Così una grande spianata alla periferia della città, da quasi due secoli viene occupata da turisti provenienti da tutto il mondo (ben 6 milioni ogni anno sono gli appassionati che vi partecipano).

Durante la festa ci sono diverse attrazioni come giostre vecchie e nuove, e naturalmente gli stand delle birrerie Löwenbräu, Augustinerbräu, Hackerbräu, Paulanerbrauerei, Spatenbräu, Hofbräuhaus e altre, dove è possibile degustare anche i piatti tipici bavaresi.

Da non perdere il corteo delle birrerie, quello in costume e il grande concerto di Theresienwiese delle bande musicali. Tutti gli stand sono allestiti dalle maggiori aziende produttrici di birra presenti a Monaco di Baviera. Tutti gli stand servono la birra fino alle 22,30 ad eccezione dell’ultimo giorno il cui orario di chiusura viene posticipato di un’ora (23,30). L’ingresso all’area è gratuito.

Oktoberfest in notturna, Baviera - BAYERN TOURISMUS Marketing GmbHOktoberfest in notturna, Baviera - BAYERN TOURISMUS Marketing GmbH

Oktoberfest in camper

Comitive di amici o famigliole in vacanza decidono di raggiungere Monaco di Baviera cosa vedere: luoghi di interesse in camper per l’Oktoberfest. Ecco i consigli su dove parcheggiare e dove campeggiare.

Onde evitare spiacevoli multe e la rimozione dei camper, è opportuno tener presente alcune indicazioni per raggiungere il Wiesn, la grande spianata su cui si svolge l’Oktoberfest.

Non è permesso campeggiare ai bordi delle strade cittadine ma occorre sostare nelle aree appositamente dedicate: De-Gasperi-Bogen e Siegenburger Strasse. Da queste due aree sono assicurati i trasporti pubblici, sia autobus che metropolitana, per raggiungere l’Oktoberfest in una ventina di minuti.

Campeggi vicino Monaco di Baviera

Per chi preferisce non addentrarsi in città, molti sono i campeggi vicino Monaco a due passi dalle fermate della S-Bahn, il servizio ferroviario suburbano indicato con il colore verde. Tutte le linee S-Bahn portano nel centro di Monaco, dunque non ci sono problemi per raggiungere la città facilmente e in breve tempo.

Oktoberfest, muoversi con la metropolitana

Per raggiungere la festa possono esser utilizzare le linee della metropolitana: U4 e U5, stazione “Theresienwiese“. Gli orari di apertura sono dal lunedì al giovedì (10,00-23,30): venerdì (10,00-24,00); sabato (9,00-24); festivi (9,00-23,30).

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Germania Monaco di Baviera iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 398 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*