Giardini d’Irlanda: da Est a Ovest, profumo di primavera

Allegri e fioriti, i giardini irlandesi sono un “must”, una tappa d’obbligo per chi visita l’isola in primavera. Ad ovest o a est, ogni lembo dell’isola riserva un qualche scampolo di verde, pubblico o privato, da ammirare. Anche senza essere necessariamente dei “pollici verdi”!

Brigit’s Garden, IrlandaBrigit’s Garden, Irlanda

Wicklow insegna. Sulla falsariga della contea più “fiorita” d’Irlanda, che da anni, tra maggio e agosto, accoglie un festival floreale di fama internazionale, altre regioni stanno mettendo in luce storia, natura e caratteristiche dei propri gioielli verdi.

Nell’Ovest, grande rilevanza sta riscontrando l’Ireland West Garden Trail, itinerario virtuale che si dipana fra le contee di Galway, Mayo e Roscommon, pennellato da fioriture di rododendri, azalee, camelie, erica e varietà botaniche che qui trovano i favori di un clima temperato dalla Corrente del Golfo. Incluse svettanti palme dall’aspetto esotico!

Nel cuore del Connemara, un vero “veterano” del settore è il giardino del Ballynahinch Castle Hotel creato due secoli fa tra il corso del fiume e i rilievi delle Twelve Bens. Complemento di due illustri hotel anche il “giardino segreto” del Cashel House Hotel con le sue preziose collezioni di rose antiche e moderne, lillà, magnolie, azalee cresciute in una sorta di vivaio in cui, nel 1919, Jack O’Mara inserì le specie più diverse e curiose provenienti da tutti gli angoli del mondo; e il giardino informale dello Zetland Country House Hotel, dominante il mare.

Simboli celtici ed installazioni artistiche invece per il Brigit’s Garden (Roscahill), rappresentazione del ciclo della vita secondo la cultura celtica, su progetto di Mary Reynolds, in cui una associazione no-profit organizza programmi didattici per adulti e ragazzi.

Reminiscenze letterarie invece a Coole Park (Gort), proprietà di Lady Gregory, autrice teatrale e cofondatrice dell’Abbey Theatre, in cui svetta l’“albero degli autografi”, con le incisioni delle iniziali degli scrittori – fra i quali Yeats, Synge, Beckett – che ogni estate facevano visita alla residenza; il Kylemore Abbey & Victorian Walled Garden creato da Mitchell Henry nel 1867 e considerato uno dei più interessanti giardini vittoriani dell’isola.

A Portumna, sulle rive de Lago Derg, tra le geometrie fiorite del Portumna Castle, si distendono spalliere di piante da frutta, cespugli di lavanda e le erbe aromatiche di un giardino creato nel XVII secolo, appena restaurato; mentre a Letterfrack, sulle rive dell’oceano, Rosleague Manor schiude romantici sentieri tra boschetti e cespugli fioriti.

Infine a Roscahill, il parco di Ross Castle, sulle rive dell’omonimo lago, rivela una straordinaria varietà di piante ad alto fusto.

Enniscoe House & Garden, IrlandaEnniscoe House & Garden, Irlanda

Nel Mayo, nei pressi di Ballina, l’Enniscoe House & Garden, accanto ai manufatti artigianali ed attrezzi agricoli del Mayo North Heritage Centre, presenta l’originario impianto del’700 suddiviso a metà ‘800 in un giardino ornamentale ed un’area orticola.

Chiara impostazione vittoriana per l’area verde che, a Castelbar, cinge il Turlough Park in un gioco di terrazze, aiuole e specchi d’acqua attorno ad una particolarissima serra. Risale invece agli inizi del’900, lo scenografico spazio verde della Westport House, a Westport, costruita nel 1685 e ritenuta una delle più significative residenze storiche dell’isola ed ora anche abituale location di matrimoni esclusivi. Solo due, ma di grande pregio, le floreali meraviglie della contea di Roscommon.

Alle porte del capoluogo, il Castlecoote House and Gardens, è una dimora palladiana, costruita sulle rovine di un castello del XVI secolo ed immersa in un parco secolare fra scampoli di tappeti fioriti, un meleto, un ponte e tre torri medievali.

Da vero primato, a Strokestown, lo Strokestown Park attorno alla omonima magione del XVIII secolo ora adibita a Museo della Carestia, restaurata e riallestita con gli arredi. Oltre al roseto, collezioni di fiori selvatici e felci, la sua particolarità sta nella bordura verde che la profila. La più lunga delle isole britanniche, inserita nel Guinness dei Primati.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Irlanda iscriviti alla nostra newsletter