Dove dormire in Olanda: Amsterdam, Rotterdam e altre città olandesi

Prima della partenza si pone la domanda "Dove dormire in Olanda?", la risposta è semplice: hotel superlusso e pensioni senza pretese; agriturismi e campeggi; b&b in case private, castelli, dimore signorili, mulini a vento e caratteristiche imbarcazioni, che tengono simpaticamente a battesimo la formula del "boat&breakfast". E poi? Dormire ad Amsterdam? Dormire a Rotterdam?

Dormire su una barca in OlandaDormire su una barca in Olanda

L’offerta olandese in materia di pernottamento è a dir poco babelica, confacente a tutti i gusti e a tutte le tasche. Nelle città principali come Amsterdam e Rotterdam, dove si concentra anche un forte turismo d’affari e congressuale, sono presenti gli hotels delle più famose catene alberghiere internazionali; nei centri minori e nei piccoli borghi marinari prevale invece la presenza di catene locali ed esercizi a conduzione familiare. Comodi, generalmente puliti, accoglienti e alla mano sono i b&b, una preziosa location per familiarizzare con la popolazione, e scoprire i loro piccoli usi quotidiani, sentendosi anche un po’ meno stranieri. In città come Amsterdam, sono molto romantici quelli affacciati sui canali o vicini al mercato galleggiante dei fiori, comodi da raggiungere anche in bicicletta, noleggiata o data in uso gratuito dai proprietari. Curiosa e intrigante, è anche la formula del Boat&Breakfast, a bordo di una serie di imbarcazioni e clipper dislocati nei porti di tutto il Paese, che dispongono di cabine per 2, 3 o 4 persone, e offrono la possibilità di effettuare escursioni e piccole crociere lungo la costa. Alcuni possono ospitare anche comitive e dispongono di spazi per riunioni, meeting e piccole feste. 

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Amsterdam Olanda Paesi Bassi iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*