Weekend di primavera a Parigi

Parigi, una delle più belle città del mondo, diventa, a primavera, una meta particolarmente azzeccata per weekend con la famiglia o in comitiva. Tra i suoi mille, affascinanti itinerari, uno da non perdere è, sicuramente, quello tra i parchi e i giardini.

Weekend a Parigi - Torre EiffelWeekend a Parigi - Torre Eiffel

Parigi, una delle più belle città del mondo, diventa, a primavera, una meta particolarmente azzeccata per weekend con la famiglia o in comitiva. Tra i suoi mille, affascinanti itinerari, uno da non perdere è, sicuramente, quello tra i parchi e i giardini.
Si può iniziare dal famoso Jardin du Luxembourg, 29 ettari di verde nel cuore della città, dove si cavalcano i pony e si noleggiano barche a vela in miniatura da far galleggiare sul laghetto centrale. Proseguire al Bois de Boulogne, dove c’è il Jardin d’Acclimatation, un ex zoo, che racchiude un circo, una minifattoria, laboratori creativi e l’Explor@dome, un centro interattivo con attività ludiche e didattiche.
E al Bois de Vincennes, con il Giardino Zoologico e la Ferme de Paris, una grande fattoria con tanti animali. Ma Parigi è famosa anche per i parchi a tema. Primo fra tutti il fantasmagorico Disneyland Paris, dove si vivono avventure indimenticabili accanto a Topolino, Paperino, Pippo, Pluto e tutti i personaggi dei cartoni Disney.
Situato a Marne-la-Vallée (30 km dalla capitale), il parco è servito da treni e da navette, che raggiungono anche gli alberghi interni e gli aeroporti cittadini.

Meno famoso, ma non meno divertente, è il Parc Astérix a Plailly, ispirato alla storia delle scaramucce tra galli e romani, rese popolari dalla fortunata serie di cartoni animati.
Parigi è anche la città dei musei formato junior, come la Cité des Sciences et de l’Industrie, al Parc de la Vilette, con la Cité des Enfants per bambini da 3 a 12 anni, famosa per i giochi interattivi e le attività ludiche guidate da animatori. O la Galerie des Enfants, al Centre Pompidou, che organizza atelier creativi e proietta filmati per avvicinare i più piccoli all’arte, al design, all’architettura. Se qualcuno aspira a diventare mago, ecco il Musée de la Magie, in rue Saint-Paul, pieno di meraviglie: prestigiatori in carne e ossa, illusioni ottiche, giochi d’abilità.

L’offerta di hotel e ristoranti è ampia e molto diversificata. Si può spaziare tra le rodatissime catene Mercure, Novotel, Sofitel, con strutture dotate di camere comunicanti e letti aggiunti alle più semplici chambres d’hotes (notte e prima colazione, alcune hanno l’uso cucina) presso le case dei privati.
Tra i ristoranti con mini menù e spazi gioco, ci sono Hippopotamus al n.29 di rue Berger; Buffalo Grill, in place de la République; Le Café Suédois, in rue Payenne 12 e l’Auberge du bonheur, al Bois de Boulogne.
Per saperne di più:
Maison de la France
tel. 166-116216


Vedi anche » ,

Informazioni utili

Cosa vedere a Parigi   Dove dormire a Parigi
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Francia Parigi iscriviti alla nostra newsletter