Voli cancellati in Scozia e Irlanda per nube vulcanica

Eurocontrol annuncia che sono 252 i voli cancellati su Scozia e Irlanda del nord, per via della nube vulcanica conseguente all'eruzione del Grimsvoetn.

Nube vulcanica: voli cancellatiNube vulcanica: voli cancellati

Come anticipato ieri, la nube di cenere scaturita dal vulcano islandese Grimsvoetn sta iniziando a volare sui cieli del nord Europa.
Esattamente come da previsioni, questa notte ha raggiunto Scozia e Irlanda del Nord: la diretta conseguenza è stata la cancellazione di 252 voli programmati per oggi, onde evitare problemi agli aeromobili.
Sebbene ora la nube stia raggiungendo la Norvegia, da questo fronte non arriva invece alcuna notizia di cancellazioni, almeno per il momento.
Attesa a breve anche in Francia e Spagna, la nube continua ad espandersi sul resto d’Europa, tuttavia in queste ore gli esperti di meteo non si sbilanciando, affermando che è difficile fare previsioni certe allo stato attuale.
Quindi per il momento è soprattutto la Scozia ad essere più penalizzata da questa situazione, essendo praticamente isolata via cielo.
Malgrado siano fermi vari vettori (da EasyJet a British Airways) la sola compagnia aerea che ha fortemente protestato per via della decisione delle autorità irlandesi di sospendere i voli per la Scozia è Ryanair: domani i vertici del vettore low cost incontreranno i rappresentanti irlandesi responsabili di tale pronunciamento, al fine di cercare di revocare la restrizione.
Il consiglio resta immutato: invitiamo a controllare lo stato del proprio volo sul sito dell’aeroporto d’interesse o sul sito del vettore aereo con il quale si è prenotato.


Vedi anche »

Informazioni utili

Cosa vedere a Roma   Dove dormire a Roma
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter