Volare in gravidanza: regole e consigli di Wizz Air

Wizz Air ricorda le regole e alcune indicazioni per volare in gravidanza in tutta sicurezza.

Su un volo Wizz Air qualche giorno fa una mamma ha dato alla luce il suo bambino: l’evento è accaduto lo scorso martedì 17 dicembre, sulla rotta ValenciaBucarest Otopeni.
Il parto è avvenuto sull’aeromobile, sebbene subito dopo l’atteraggio. La partoriente e il suo nascituro sono stati assistiti dallo staff di bordo e da un medico, anch’egli passeggero sul volo.
In aeroporto poi sono stati immediatamente affidati al personale medico accorso in pista con ambulanza.
Una storia a lieto fine, tuttavia al fine di assicurare la sicurezza di tutte le donne in gravidanza, la compagnia aerea ha diffuso una nota aggiornata con le regole per volare in gravidanza e i consigli da applicare.
Lo staff di Wizz Air fa dunque presente che non è possibile volare se si è oltre la 34esima settimana di gravidanza, in ogni caso.
C’è poi da tenere presente che volare in gravidanza è certamente possibile ma dalla 28esima alla 34esima settimana di gestazione le passeggere dovranno essere munite di certificato medico del proprio specialista.
In generale il consiglio più opportuno è quello di prendere visione del regolamento vigente dalla compagnia aerea di proprio interesse se si è in gravidanza ed in procinto di acquistare un biglietto per un volo.
Ciascun vettore potrebbe infatti avere regole peculiari per il caso specifico ed è dunque consigliabile informarsi in dettaglio precedentemente, onde evitare un rifiuto all’imbarco.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter