Viaggio d’avventura in quad alla scoperta della Tunisia

Un viaggio per chi ama il deserto e vuole scoprirlo con un mezzo straordinario: IL QUAD, un po' moto e un po' jeep questi quattroruote sono il veicolo più adatto per raggiungere località che altrimenti sarebbero inavvicinabili, e per vivere il divertimento allo stato puro!

Il viaggio si articolerà su percorsi tecnici e spettacolari, immersi in uno scenario sahariano che si potrà vivere di persona, a pochi chilometri da casa. Il tour si sviluppa interamente all’interno del Grand Erg Oriental, al confine tra l’Algeria e la Tunisia. Un’area vastissima estesa per centinaia di chilometri quadrati; la sua parte settentrionale, viene anche chiamata “il mare di sabbia” per l’infinita distesa di dune.
Il viaggio inizierà a El Borma, stazione petrolifera della Tunisia, dove si prenderà contatto col Sahara immergendosi nella miriade di dune che si perdono per centinaia di chilometri. Isolati da ogni contatto umano, compaiono alcuni sorgenti d’acqua calda circondate da una folta vegetazione: è il risultato di prospezioni petrolifere che hanno portato in superficie falde fossili. Per poter arrivarci arrivare occorre trascorrere intere giornate all’interno di piccoli sistemi di cordoni di dune disposti in modo trasversale al verso di marcia, dove il percorso diviene insidioso a causa della sabbia molto soffice, ma adrenalinico proprio per questo. Ore ed ore a cavalcare montagne di sabbia con i QUADS, senza possibilità di alcun incontro se non sporadici gruppi di nomadi algerini nei pressi dei laghi, dove portano pecore e cammelli ad abbeverarsi. Da Tataouine per proseguire verso El Borma, dove poco più a sud verrà effettuato un campo tendato fisso; da qui i partecipanti partiranno ogni giorno verso una direzione diversa per rientrare poi nel pomeriggio “alla base”. Verrà effettuata anche una puntata a Bordj el Khadra, estremità meridionale al confine tra l’Algeria, Libia e Tunisia. Il viaggio termina nuovamente a Tataouine, dove con un trasferimento su asfalto si arriva a Djerba per riprendere il volo aereo per l’Italia.
Osservandoilmondo, tour operator nuovo che si può permettere di organizzare viaggi ‘unici’, non di massa, e indimenticabili, specializzato nell’organizzazione di viaggi in moto e auto. Tutti gli itinerari proposti sono stati testati e vissuti in prima persona da Ettore Francesconi titolare di Osservando il Mondo, che ha maturato negli anni significative esperienze di viaggio nel continente africano, europeo e americano. Tutto nasce con la grande passione verso il mondo dei motori, la natura e viaggi lo porta a percorrere in Africa e Medio Oriente moltissimi itinerari fuori dalle normali rotte turistiche, cercando sempre uno stretto contatto con una natura incontaminata e dove si possa ottenere un equilibrato binomio fra divertimento nella guida e bellezza dei luoghi attraversati..
Gli itinerari in fuoristrada, moto e quad partono dal Marocco attraverso Algeria, Tunisia, Libia ed Egitto per poi passare nella penisola del Sinai e risalgno per Israele, Siria, Turchia, Grecia. Un anello lungo il bacino del Mediterraneo che si snoda su piste affascinanti e dal quale nascono tutti i viaggi riservati ai loro soci. Durante questi viaggi Osservando il Mondo approfitta anche per portare degli aiuti umanitari a tutte quelle popolazioni ed insediamenti umani che incontrano lungo il cammino e dove non e’ possibile arrivare con i normali collegamenti.
La filosofia di Osservando il Mondo è quella di fare, delle auto e delle moto, solo il mezzo per raggiungere e conoscere le realtà di paesi e popoli diversi; mai il fine, con il rischio di trasformare il viaggio in una gara di guida. Il must sta, inoltre, nell’organizzazione logistica (trasporto moto e auto, bagagli, noleggio di auto, ecc.), permettendo così ai propri turisti di viaggiare nella massima tranquillità e comodità, senza dover pensare a dove mangiare o dormire, alla prenotazione del traghetto o a cosa portare in viaggio. In ogni avventura è prevista la presenza di un Capo Gruppo, che rivestirà un ruolo fondamentale, in quanto si occuperà del gruppo, darà indicazioni, senza però vincolare nessuno, fungerà da punto di riferimento e supporto in caso di necessità. Quindi, viaggi d’avventura ma in assoluta sicurezza, valorizzando gli aspetti culturali e naturalistici, sempre guidati dall’entusiasmo di scoprire luoghi e curiosità di tutto il mondo.


Vedi anche » ,

Informazioni utili

Cosa vedere a Tunisi   Dove dormire a Tunisi

Ti potrebbe interessare

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Tunisi iscriviti alla nostra newsletter