Viaggiare in treno con cani e gatti: su Frecce e Eurostar è possibile

Novità sul servizio a bordo dei treni Freccia e sugli Eurostar: dal 25 luglio potranno viaggiare in treno anche cani e gatti. Ecco le regole alle quali attenersi e quanto pagare per il biglietto.

<![CDATA[

Si moltiplicano le iniziative a vantaggio di chi ha un cane o un gatto e che intende partire con il proprio animale domestico: Trenitalia ha raggiunto un accordo con la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, stabilendo che dal 25 luglio 2012 sarà possibile viaggiare in treno con cani e gatti al seguito.
Si potrà far salire i propri compagni pelosi a bordo dei convogli Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca; saranno animal friendly anche gli Eurostar.
Naturalmente si dovrà tener presente che c’è un regolamento da rispettare: intanto è utile sapere che i cani e i gatti non potranno accedere nelle aree Executive, Premium, nella zona dei salottini e nell’Area del silenzio.
Inoltre ci si dovrà munire di guinzaglio, museruola, libretto sanitario e certificato d’iscrizione all’anagrafe canina.
Nel caso si tratti di animali di cittadini stranieri, andrà bene il passaporto del cane.
Per gli animali di grossa taglia ci si dovrà munire di apposito biglietto che, a conti fatti, costerà il 50% della tariffa base del treno sul quale si deciderà di muoversi.
Gli animali di piccola taglia, portati nell’apposito trasportino, potranno invece viaggiare gratis.
Naturalmente l’accesso sarà gratuito per i cani guida per non vedenti, i quali non saranno sottoposti ad alcun obbligo.
I biglietti potranno essere richiesti presso i consueti canali di vendita; inoltre presto nelle stazioni ferroviarie verranno presto allestite apposite aree attrezzate per cani e gatti.

]]>

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter