Valtur, chiesta l’amministrazione straordinaria

Valtur
Valtur

In uno dei miei primi post su questo blog, era il luglio del 2010, ricordo di aver affrontato il tema increscioso del fallimento de “I viaggi del Ventaglio”. Scrivere del fallimento di un tour operator dal blasone de “I Viaggi del Ventaglio” non è un elemento di vanto quando in gioco ci sono posti di lavoro e tanti anni di successo.

Da allora è passato poco più di un anno e la crisi, che ha investito anche il settore travel, non ha risparmiato altre vittime illustri.  E’ di questi giorni la notizia di un altro colosso italiano del settore viaggi in difficoltà. Si tratta della Valtur che da anni manda in vacanza tantissimi turisti. L’azienda ha chiesto l’amministrazione straordinaria per far fronte ai troppi debiti.

L’amministrazione straordinaria viene richiesta proprio quando non si riesce più a controllare le perdite e si ha l’intenzione di salvaguardare posti di lavoro e continuità aziendale. Nel caso della Valtur i lavoratori sono circa tre mila.

Il 2011, d’altronde, non è stato un anno facile per il tour operator che ha dovuto subire anche la crisi dei Paesi del Nord Africa e del Mar Rosso dove si trovano diverse strutture a marchio Valtur.

L’azienda motiva la richiesta dell’amministrazione straordinaria a seguito della crisi e la necessità di recuperare circa 110 milioni con la vendita di alcuni immobili che non rientrano nel business aziendale e la cessione di qualche villaggio (Valtur conta circa 22 villaggi, in Italia e all’estero) che può essere successivamente preso in locazione. 

I debiti dell’azienda che, secondo alcuni, non sono figli solo della restrizione economica ma anche di una sciagurata gestione,  ammontano ad oltre 300 milioni di euro a fronte di un fatturato di circa 200 milioni.  I debiti maggiori sono verso l’erario (96 milioni)  ma vantano credito anche banche (circa 62 milioni) e molti fornitori (circa 85 milioni).


Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione iscriviti alla nostra newsletter

1 Commento

  1. Sciagurata gestione poco a dirsi manager da cambiare tutti quanti attenti soltanto ai loro benefits ed alle loro poltrone. Fannulloni ed incompetenza non professionali, dei loro Capi Villaggio Hotel Manager, non esiste alcuno che parla una lingua straniera…..vergogna

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*