Vacanze per la famiglia, tour operator non attrezzati

Strade della fiabe, Germania

Mi è capitato di dover cercare per un mio amico un  pacchetto vacanza per la sua famiglia composta da due adulti e due bambini di 2 e 5 anni che escludesse il villaggio al mare. Pensavo che online la ricerca avrebbe portato subito dei proficui risultati e al massimo avrei dovuto dare un consiglio sulla località da preferire. Dopo un po’ di ricerche infruttuose mi sono soffermata ad analizzare nei dettagli un itinerario che sembra  studiato per i bambini. Si tratta della “strada delle fiabe” in Germania, ben promozionato dallo stesso Ente Germanico del Turismo.

Dopo diverse ricerche sono riuscita a trovare uno dei tour operator che distribuisce il pacchetto qui in Italia con acquisto rigorosamente in Agenzia Viaggi. Non contenta ho cercato l’acquisto online anche presso gli altri tour operator che presentano a catalogo lo stesso prodotto con risultato identico: l’acquisto è possibile solo nelle Agenzie di Viaggio.

Ma la mia sorpresa non finisce qui. Grazie alla quotazione dell’itinerario presente sul catalogo online (questa volta i tour operator si sono accorti di Internet) ho fatto due conti. Ebbene per un tour fly + bus dalla durata di 7 giorni, spostamenti compresi, una famiglia deve sborsare oltre 4.000 euro. Infatti, oltre alle quote degli adulti, superiori ai 1000 euro, i bambini pagano la quota quasi interamente con uno sconto simbolico del 10%. Se la famiglia, però, è composta da tre persone (un solo bambino) lo sconto è maggiore visto che il bambino ha diritto ad uno pari al 25% (la sistemazione in hotel in questi casi prevede una tripla, mentre la quadrupla non è contemplata).

Alla luce di tutto questo è intuibile come anche quelli che apparentemente possono passare per itinerari studiati per i bambini, non sono assolutamente strutturati per l’accoglienza dei piccoli. E’ inutile aggiungere, inoltre, come il prezzo esoso del pacchetto attrae davvero pochi. Ad eccezione dei villaggi al mare i tour operator preferiscono puntare sugli adulti che non hanno grosse pretese e, soprattutto, non hanno problemi di budget.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 414 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*