Vacanze nella natura del Sud Tirolo

Camminando..Camminare per ore lungo i sentieri dell’alpeggio più grande d’Europa, respirare a pieni polmoni l’aria fresca di luoghi percorsi per secoli da contadini e allevatori, intervallando un sospiro di meraviglia a un altro passo su strade di terra scavate dal continuo transito di uomini e animali.

Camminando..Camminare per ore lungo i sentieri dell’alpeggio più grande d’Europa, respirare a pieni polmoni l’aria fresca di luoghi percorsi per secoli da contadini e allevatori, intervallando un sospiro di meraviglia a un altro passo su strade di terra scavate dal continuo transito di uomini e animali.
Sostare un istante, incrociare con lo sguardo il sole alto tra le vette attorno e sentire una goccia di sudore che attraversa per intero il viso e si posa sulle labbra dando forma tangibile e salata al concetto di fatica e soddisfazione per la meta raggiunta. E sapere che, per quanto le gambe possano essere stanche, ci sarà sempre un luogo in cui dare pace ai muscoli indolenziti dopo una giornata di continua sollecitazione. Il paesaggio è coronato ad est dal ciclopico gruppo del Sasso Lungo, a sud ovest dal classico e inconfondibile profilo dello Sciliar, a ovest dal gradino che cala all’Altopiano di Siusi con i Denti di Terra Rossa, a nord est dalla sagoma del gruppo Sella. Lasciando spaziare lo sguardo si viene travolti da tanta bellezza, e si arriva a scorgere persino la Marmolada e il Catinaccio.
I numeri parlano di un rifugio al giorno e raccontano di un itinerario senza fine, idealmente concepito sul tema del duro lavoro e della meritata sosta. Se tutti invitano semplicemente alla pausa prima della ripartenza, in alcuni, riallestiti o attrezzati allo scopo, è possibile godere del piacere di trascorrere la notte in un modo diverso dal solito, ripercorrendo le orme lasciate impresse da chi a quei pascoli e a quelle oasi di ristoro tra cielo e terra ha dedicato la propria vita.
Ancora una volta, l’Alpe di Siusi dimostra di essere per natura votata, nell’attività come nel riposo, alla soddisfazione totale dei suoi figli e dei suoi ospiti occasionali. Per rendere un soggiorno tra le sue pareti rocciose e i suoi soffici tappeti erbosi un’esperienza unica e indimenticabile.
Le cartine dei sentieri e dei rifugi può essere inviata gratuitamente dal Consorzio turistico Alpe di Siusi. Per riceverla basta scrivere una mail a: info@alpedisiusi.info oppure telefonare al numero 0471.709600. Tra le malghe in cui fermarsi per una sosta golosa ecco la Goster Schwaige, la Baita Rauch, la Baita Sanon, la Baita Saltner a Saltria e la Baita Saltner a Tschapit, che offrono prodotti tipici. Pernottamento su richiesta altrove (www.alpedisiusi.info).

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Alto Adige iscriviti alla nostra newsletter