Vacanze mare sulle spiagge più belle e pulite

Dopo aver assegnato le Bandiere Blu 2009, è il momento della Guida Blu per scoprire quali sono le spiagge più belle e pulite d'Italia. La classifica è stilata tenendo presente la qualità delle acque del mare ma anche l'attenzione per l'ambiente, l'enogastronomia e l'arte.

E’ il Mar Tirreno a far da padrone nella Guida Blu stilata da Legambiente e Touring Club e soprattutto, al primo posto per il secondo anno consecutivo, si attesta l’Isola del Giglio, realtà dell’ecosotenibilità e della tutela ambientale, oltre che meravigliosa località per una vacanza. A tributarle il gradino più alto del podio è stata anche la fattiva applicazione di accorgimenti per i turisti, quali ad esempio il potenziamento del trasporto pubblico nel periodo estivo, la cura per gli spazi verdi e l’ampliamento della raccolta differenziata.
Al secondo posto troviamo Riomaggiore, Vernazza e Monterosso, tre comuni del Parco Nazionale delle Cinque Terre in Liguria. Medaglia di bronzo per Domus de Maria (Ca).

Più in generale, con una media di 3,4 vele per località è la Sardegna la regione più quotata dell’estate 2009 di Guida Blu, regione che invece non aveva ottenuto risultati lusinghieri quanto a Bandiere Blu. A seguire troviamo Toscana (3,03), Puglia (3), Sicilia (2,63), Abruzzo (2,6), Campania (2,56), Basilicata e Marche a pari merito con una media 2,5 vele per località.
La Guida Blu pensa anche a chi ama l’ambiente lacustre e stila un’apposita classifica alle località con laghi. Tre di esse conquistano le 5 vele: Appiano sulla strada del vino (BZ) in Trentino Alto Adige sul Lago di Monticolo, Fie’ allo Sciliar (BZ) sempre in Trentino Alto Adige sul Lago di Fie’ e Massa Marittima (GR) in Toscana sul Lago dell’Accesa.

Da segnalare, infine, una buona ripresa di Sicilia e Puglia e l’ottimo posizionamento di Pollica (Sa), splendore del Cilento, comune impegnato fattivamente nel miglioramento del turismo sostenibile e nell’ampliamento di un’offerta vacanziera rivolta anche a famiglie e fasce sociali più deboli.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter