Vacanze estive, tre italiani su quattro lavorano sotto l’ombrellone

Vacanze estive
Vacanze estive

Qualche luogo comune vuole gli italiani un popolo di sognatori e navigatori ma dalla scarsa vena lavorativa.

Lasciando a casa tutti i “luoghi comuni” che come tutti gli stereotipi si prestano solo a sterili generalizzazioni, mi trovo a commentare una notizia diffusa in queste ore secondo la quale, in seguito ad un sondaggio di Lastminute.com, tre italiani su quattro continuano a lavorare anche sotto l’ombrellone.

Grazie alle tecnologie sempre più mobili, gli italiani intervistati facenti parte di un gruppo ampio di nove Paesi, si sono dimostrati molto legati al lavoro, anche durante le ferie.

In questa particolare classifica, gli italiani si è sono rivelati stakanovisti insieme agli irlandesi (75%). Seguono gli spagnoli (66%), norvegesi (63%) e i danesi (58%). La media europea è del 58% (in perfetta linea i danesi mentre, è evidente, che gli italiani sono di gran lunga oltre media)  al di sotto della quale si trovano la Francia (51%), Germania ed Inghilterra appaiati  al 45%. Infine, la Svezia (43%).

Un altro dato interessante di questa ricerca è che in Italia gli uomini (78%) più delle donne (73%) non staccano (quasi) mai, neanche durante il periodo di relax.

Le soprese non finiscono qui. Gli italiani sono i più disponibili ad essere contattati dal capo anche durante il periodo di vacanza, un dato a dire poco interessante. Pensare che il 74% degli italiani si è detto disponibile a fronte di una media europea quasi delle metà (47%). Gli inglesi (34%) e i tedeschi (36%) sono, invece, di tutt’altra idea. Segno della crisi che fa stare con il fiato in gola coloro che un lavoro ce l’hanno e sperano di conservarlo a lungo anche se ufficialmente il motivo è altro: evitare l’accumularsi di lavoro, mansioni che possono essere svolte solo in prima persona (paura di delegare), senso di responsabilità e, per il 19%, amore per il proprio lavoro.

Infografica Vacanze estive
Infografica Vacanze estive

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*