Vacanze al Lago

Clima mite tutto l’anno; ritmi tranquilli e atmosfere rilassate; suoni e rumori filtrati dallo sciabordio dell’acqua e dalla costante impressione di essere cullati. E poi, un tripudio di fiori e giardini; boschetti per passeggiate a piedi o in mountain bike; alberghi e spiaggette ben attrezzati; campi gioco e divertimento per tutti.

 Benvenuti al lago, una risorsa naturale e turistica di cui il nostro paese è ricco e che rappresenta una scelta azzeccata e salutare per le vacanze di grandi e piccini. Oltre a quelli più grandi e famosi, ci sono, dalle Alpi alle Isole, una miriade di specchi d’acqua più piccoli, ma sempre accoglienti, ottime basi per “staccare la spina” e concedersi il meritato relax.

Incastonato tra Piemonte, Lombardia e Canton Ticino (Svizzera) e arricchito dalle magnifiche Isole Borromee, il Lago Maggiore o Verbano è senz’altro uno dei più noti e frequentati del nostro Paese. Per comune opinione, la sponda occidentale è la più ridente e animata, con cittadine d’atmosfera dai nomi famosi: Cannobio, Verbania, Baveno e Stresa. Proprio quest’ultima, accoglie i turisti con la vivacità della piazza dell’imbarcadero, lo splendido lungolago bordato di palme, giardini e alberghi eleganti, la sontuosità di palazzi neoclassici, come Villa Ducale (1770), residenza del filosofo Rosmini e dove, tra i tanti personaggi, alloggiò anche Alessandro Manzoni.

Il Lago di Garda è il più mediterraneo dei nostri laghi alpini, e con il suo spettacolo di colori e luminosità non manca di affascinare anche i turisti più esigenti. In estate, i suoi borghi e cittadine trasudano vivacità e spensieratezza, grazie alle mille iniziative, che puntualmente vi si organizzano e grazie anche alla nutrita serie di parchi divertimento: dal famosissimo Gardaland agli acquatici CanevaWorld, Acqua-Park Altomincio e Parco Acquatico Cavour, per finire con il Parco Natura Viva, dov’è possibile vivere un’indimenticabile esperienza a contatto con gli animali, e ripercorrere la storia dell’umanità attraverso il mondo dei dinosauri. Ai piedi del monte Brione, accoccolata in un magnifico golfo, Riva del Garda è il centro più importante del versante nord orientale, punto di passaggio per chi transita attraverso il Brennero. La passeggiata lungolago, il colorato via vai dei battelli, il fantastico microclima, che fa convivere ulivi, limoni e lecci accanto alla tipica flora alpina, le tante e qualificate proposte di alberghi e ristoranti ne fanno un’eccellente meta di soggiorno.
<>, così, nel lontano 1786, un poeta e viaggiatore instancabile, come Wolfgang Goethe definì Torbole, altra deliziosa cittadina gardesana, a un tiro di schioppo da Riva. Protetta e sorvegliata dal Monte Baldo, ha conservato un vago ma caratteristico sapore veneziano e una nutrita serie di monumenti: dalla Casa del Dazio ai portici ogivali dell’ex Dogana Austriaca, dalla chiesa di Sant’Andrea, appollaiata su un colle sopra il borgo, alla Rocca di Manerba, che sembra sospesa tra cielo e lago.

Sul vicino e suggestivo Altipiano dello Sciliar, luglio diventa il “Mese delle Favole”, in cui i protagonisti sono i bimbi e le loro famiglie. Nella fresca penombra del bosco, si muove Martha, la “strega” più dolce e amata, che li accompagna in fantastiche passeggiate attraverso ambienti intatti: dalla magica malga Tuff alla solitaria Sanon o ai deliziosi Laghetti di Fiè, in cui si può nuotare d’estate e pattinare in inverno.

Stretto tra Umbria e Toscana, il Lago Trasimeno è uno dei più pittoreschi e frequentati dell’Italia centrale; il paesaggio collinare che contorna buona parte delle rive e l’incanto di antichi borghi medievali, come Passignano, Castiglione e Monte del Lago, regalano a un weekend o a una vacanza un sapore particolare.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Stresa iscriviti alla nostra newsletter