Uragano Irene: stato di emergenza negli Stati Uniti

Per il prossimo passaggio dell'uragano Irene è stato proclamato lo stato di emergenza negli Stati Uniti e in particolare in alcune zone, tra le quali New York.

Chi si trova in vacanza a New York o in una delle aree sulle quali passerà l’uragano Irene, dovrà tener presente lo stato di emergenza negli Stati Uniti, già proclamato dalle autorità locali.
L’arrivo di Irene è previsto nelle prossime ore, dapprima sulle coste del South Carolina e successivamente su New York, Washington e Philadelfia.
Non a caso, Michael Bloomberg – primo cittadino di New York – ha già predisposto una serie di provvedimenti, allo scopo di cercare di ridurre al minimo i disagi, soprattutto ai trasporti, che potrebbero derivare dalla furia di Irene.
Nel caso di venti molto forti, potrebbero venir chiusi domani (sabato 27 agosto) sia i ponti da e per Manhattan che tutti i sistemi di trasporto pubblico.
La decisione verrà presa seguendo l’evolversi della situazione, poichè – stando alle previsione degli esperti – l’uragano sta perdendo di intensità: se così fosse, non sarebbe necessario effettuare il blocco totale della città. E’ infatti possibile che Irene venga decalssato alla categoria 2, rispetto all’attuale 4. Ciò significa che i venti che oggi spirano a circa 150 km/h dovrebbero attenuarsi decisamente.
Anche gli aeroporti e tutte le compagnie aeree – pronti all’emergenza – valuteranno sul momento le condizioni portate dall’uragano.
Consigliamo ai viaggiatori italiani presenti negli Stati Uniti e nelle zone allertate in particolare di effettuare una registrazione della propria presenza sul sito del Ministero degli Affari Esteri dovesiamonelmondo, così da poter ricevere assistenza tempestiva in caso di necessità.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter