Una montagna di benessere

La vacanza in montagna non è più solo sinonimo di sci in inverno e passeggiate nella natura in estate.

La vacanza in montagna non è più solo sinonimo di sci in inverno e passeggiate nella natura in estate. In questi anni, è diventata anche ricerca di benessere psico-fisico, voglia di scrollarsi di dosso la grigia patina cittadina e recuperare energia a contatto con ambienti salubri, acque cristalline, cibi genuini e prodotti naturali tipici. In questa direzione si è orientata anche l’offerta di alberghi, enti turistici e terme d’alta quota, che, tra i loro servizi, includono centri benessere sempre più moderni e attrezzati, oasi di relax e remise en forme, in cui l’ospite viene seguito con attenzione e professionalità, “coccolato” e consigliato a 360 gradi. Ma vediamone alcuni.

A Sestriere (Torino), sulle Alpi piemontesi, si annida il Grand Hotel Sestriere, tel. 0122.76476 www.grandhotelsestriere.it, un albergo con interni in caldo stile occitano, che, oltre ai grandiosi ambienti del comprensorio della Vialattea (Parchi della Valle Troncea, Gran Bosco di Salbertrand, Lago Nero, Lago dai Sette Colori, antiche fortezze come Finestrelle ed Exilles), propone, nei dopo passeggiata, il Club del Bien Vivre, moderno e accogliente centro benessere, che, tra i numerosi trattamenti, vanta anche quelli a base di foglie di vite, bucce, vinaccioli e succo d’uva. Sostanze miracolose per combattere l’invecchiamento della pelle. Tra i tanti trattamenti, al Club, si può provare l’idroterapia al vino (anche in coppia), immergendosi in vasche d’ acqua calda ricca di ferro, estratti di acini d’uva, olii essenziali, e sorseggiando un bicchiere di ottimo barolo o barbera. I prezzi del soggiorno in mezza pensione (trattamenti esclusi) partono da 66 euro al giorno a persona.

Le acque calde termali di Bormio, in Alta Valtellina (Lombardia), erano conosciute e apprezzate anche dagli antichi romani. Oggi, oltre ai moderni stabilimenti, con la loro ampia gamma di cure e trattamenti, sono stati riaperti, sulla strada per lo Stelvio, in pieno Parco Nazionale, i Bagni Vecchi di Valdidentro, tel.0342.910131 www.bagnidibormio.it . Perfettamente restaurati, questi Bagni hanno idromassaggi naturali, vasche con giochi d’acqua termale calda, grotta sudatoria, antenata dei moderni bagni turchi, piscina con vista monti, bagni medievali con i fanghi e una piscina con acqua salata. Per il soggiorno, vale la pena approfittare di un altro splendido pezzo di storia: l’Hotel Bagni Vecchi (vi soggiornò anche Leonardo da Vinci nel 1492), piccolo e romantico, arredato con pezzi di fine antiquariato valtellinese, dove, con il pacchetto “Weekend Benessere”, si spendono da 291 euro a persona (3 pernottamenti con prima colazione e 4 giorni alle terme).

A Merano hanno aperto di recente le nuove Terme, tel. 0473.252000 www.termemerano.it, un avveniristico edificio in vetro acquattato nel verde, progettato dall’architetto Matteo Thun, che a disposizione degli ospiti mette il centro benessere Spa&Vital , nel quale vengono utilizzati solo prodotti naturali e originali altoatesini, come la lana di pecora della Val d’Ultimo, il siero di latte e le erbe aromatiche delle montagne del Gruppo di Tessa, la sabbia di Prato allo Stelvio, il fieno d’alta quota della Val Passiria e molto altro. Completano l’offerta 13 piscine coperte e 12 scoperte, suggestivi specchi d’acqua, che affiorano da un parco mediterraneo di rara bellezza e che consentono di nuotare con vista sulle montagne e sulle deliziose architetture meranesi. Per il soggiorno c’è solo l’imbarazzo della scelta, le nuove Terme sono convenzionate con ben 270 strutture ricettive tra alberghi, appartamenti, agriturismi e campeggi. A pochi metri, i più pigri trovano anche lo Steigenberger Hotel Terme Merano, tel.0473.259000 www.meran.steigenberger.it, con camere e suite di raffinato design moderno, due ristoranti e un comodo tunnel sotterraneo per raggiungere in accappatoio le piscine e la SPA. Le tariffe giornaliere per la camera doppia con prima colazione partono da 82 euro a persona.

A pochi chilometri da Merano, nel paesino di Marlengo, spunta il Romantik Hotel Oberwirt, tel.0473.222020 www.oberwirt.com , dove si viene accolti con calore e simpatia dalla famiglia Waldner, che mette a disposizione comode camere e deliziose suite in legno di abete naturale e uno spazio wellness che, tra i vari trattamenti, impiega anche essenze, olii e petali di rose, coltivate con amore e passione in più di 60 varietà (anche quelle antiche) dal titolare, Sepp Waldner. All’interno di comodi e accoglienti camerini si possono provare gli effetti rilassanti e antistress di un bagno agli olii o di un sauna ai vapori di rosa, che inebriano muscoli, nervi e olfatto, regalando il più completo benessere. Tra i pacchetti-soggiorno, non manca naturalmente quello “Benessere alle Rose”: 3 notti e prima colazione, bagni, trattamenti e massaggi a 497 euro a persona.

A Moso, nel cuore del Parco delle Dolomiti di Sesto e della romantica Val Fiscalina, sgorgano acque sulfuree ottime contro stress, allergie e reumatismi. Per secoli sono state fonte di cura e salute per gli abitanti della valle. Ad impiegarle è oggi lo Sport&Kurhotel Bad Moos, tel. 0474.713100 www.badmoos.it, la cui nuovissima beauty farm è suddivisa in cinque aree wellness, all’interno delle quali si possono provare massaggi di tutti i tipi (dal fisioterapico a quello sportivo, dal linfodrenaggio alla riflessologia plantare), bagni di fieno (anche in coppia) davanti al fuoco di un caminetto, secondo la miglior tradizione alpina; bagni allo zolfo, agli olii esenziali di iperico, arnica, pino mugo e mela altoatesina; bagni turchi all’acqua sulfurea, saune alle erbe aromatiche e molto altro. Le tariffe individuali di soggiorno (camera matrimoniale e mezza pensione) partono da 67 euro al giorno.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Merano iscriviti alla nostra newsletter