Una guida…gastronomica per motociclisti

Non a caso si chiama “Due ruote alla parmigiana” la nuovissima e pratica guida che Parma Turismi ha dedicato ai motociclisti: il rombo del motore va molto d’accordo con il tintinnio di forchetta e coltello!

E la provincia di Parma, nel cuore della Food Valley, non può che esaltare l’unione di viaggi e buona cucina, suggestivi itinerari e trattorie tradizionali, cultura e gusto. Un territorio “goloso”, che invita ad andare alla scoperta dei suoi tesori in sella a una potente moto, ma viaggiando con calma per assaporarne lentamente la bellezza. Sette itinerari dettagliati, ricchi di immagini e spiegazioni pratiche, che guidano gli avventurieri lungo la rotta della natura, proposti in un formato maneggevole e resistente, ideale per la consultazione frequente. Sei itinerari “tagliano” la provincia di Parma in verticale, dalla via Emilia su verso la montagna: verso Bardi e il passo del Tomarlo; verso Bedonia e il passo del Bocco; verso Borgotaro e il passo delle Cento Croci; la “classica” Berceto e passo della Cisa; e ancora Calestano e il passo del Cirone e per finire Lagrimone e Tizzano e il passo del Lagastrello.
Il settimo itinerario è pensato per chi a curve e salite preferisce il paesaggio pianeggiante: il profumo del culatello si sparge come un invito irresistibile tra Fontanellato, Busseto, Zibello e Colorno. Itinerari su un territorio così ricco che ad ogni curva nasconde una curiosità o una dolce sorpresa, come le pievi romaniche che punteggiano la via Francigena in tutte le sue diramazioni, i magnifici Castelli del Ducato di Parma e Piacenza (www.castellidelducato.it), le meraviglie artistiche del Duomo e del Battistero nella città di Parma, le Terme del Benessere di Tabiano, Salsomaggiore e Monticelli, e su tutto lo straordinario ambiente naturale che va dal Po ai boschi di collina fino alle montagne e ai passi dell’appennino tosco-emiliano. Tra le informazioni utili non mancano consigli e suggerimenti per il pernottamento e la sosta in alberghi confortevoli e ristoranti da non perdere, sui musei del cibo come il Museo del salame allestito nelle cantine del Castello di Felino, e curiosità sugli elementi più caratteristici del territorio che si attraversa in sella al proprio bolide! La guida, 93 pagine rilegate a spirale e plastificate, si può richiedere gratuitamente a Parma Turismi.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Parma iscriviti alla nostra newsletter