Una domenica al Museo dello Scalpellino

A Boleto di Madonna del Sasso affacciato sul lago d’Orta, è possibile visitare il Museo dello Scalpellino. Inaugurato meno di un anno fa, il Museo è visitabile ogni domenica dalle 15 alle 17 con ingresso gratuito.

Il museo dello scalpellino © Diritti riservatiIl museo dello scalpellino © Diritti riservati

A Boleto di Madonna del Sasso affacciato sul lago d’Orta, è possibile visitare il Museo dello Scalpellino. Inaugurato meno di un anno fa, il Museo è visitabile ogni domenica dalle 15 alle 17 con ingresso gratuito. Il Museo racconta e ricostruisce il durissimo lavoro degli scalpellini che nelle zone di Madonna del Sasso, dall’inizio dell’Ottocento alla metà del Novecento, ha svolto un’importante funzione nell’economia locale e ha fatto conoscere i cusiani come maestri nella lavorazione della pietra in tutto il mondo.

Il Museo consiste in una parte descrittiva che, attraverso le immagini del lavoro, gli strumenti originali, i manufatti e i documenti d’epoca, racconta il mondo difficile e pericoloso degli scalpellini che spesso rischiavano la vita sulle pareti delle montagne in cui lavoravano. Una seconda sezione mostra, attraverso la proiezione di un video d’epoca, la vita “in presa diretta” degli scalpellini.

Frutto di un lungo lavoro di ricerca durato circa due anni, il Museo si propone come esposizione originale a cominciare dal singolare ingresso: una rampa semicircolare che scendendo verso l’entrata del Museo, e costituita con materiale locale, immerge subito il visitatore nel mondo della lavorazione della pietra. Una volta entrati, tutta l’esposizione “parla” attraverso immagini e oggetti, la cui disposizione suggestiva è supportata da pannelli in cui gli stessi scalpellini parlano del loro lavoro. Il Museo si trova in Piazza Europa a Boleto di Madonna del Sasso (Vb).

Per informazioni tel. 0322-981177, Ecomuseo del lago d’Orta e Mottarone tel. 0323-89622

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Madonna del Sasso iscriviti alla nostra newsletter