Un Ducato di Castelli

Un Ducato di castelli. Il ragguardevole e favoloso patrimonio di rocche e manieri che accomuna le province di Parma e Piacenza ha portato nel 1999 alla creazione dell’Associazione “Castelli del Ducato di Parma e Piacenza”.

Un vero e proprio Club di Prodotto che vede la partecipazione di proprietari privati ed enti pubblici nella veste di soci fondatori, ordinari e sostenitori.
L’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto, questa la sua esatta denominazione, si è costituita in tempi abbastanza recenti ma ha già conquistato un posto di assoluta preminenza tra le eccellenze turistico-artistiche collegate ai tesori enogastronomici di Parma e Piacenza. L’Associazione ha sede legale a Fontanellato (Parma), all’interno della Rocca Sanvitale. Il conte Orazio Zanardi Landi (proprietario del castello piacentino di Rivalta) ne è il presidente, Maria Grazia Guareschi (sindaco di Fontanellato, per la Rocca Sanvitale) il vicepresidente.
Ne fanno attualmente parte 19 strutture (otto nel piacentino, undici nel parmense), organizzate in circuito, aperte e visitabili dal pubblico: Rocca d’Olgisio, Castello di San Pietro in Cerro, Castello di Gropparello, Castello dei Landi di Rivalta, Castello di Agazzano, Castello di Paderna, Rocca Viscontea di Castell’Arquato, Mastio e Borgo di Vigoleno (tutti nel piacentino), Rocca Sanvitale di Fontanellato, Rocca dei Rossi di San Secondo, Fortezza di Bardi, Castello di Montechiarugolo, Castello di Torrechiara, Rocca Meli Lupi di Soragna, Reggia di Colorno, Castello di Felino, Castello di Compiano, Rocca di Sala Baganza e il Castello di Roccabianca (tutti nel parmense).
Ai Castelli si affiancano i sostenitori, rappresentati da Comuni e strutture turistico alberghiere: nel parmense i Comuni di Busseto, Colorno, Felino, Fontevivo, Montechiarugolo, Pellegrino Parmense, Salsomaggiore, Soragna, Varano de’ Melegari, Zibello e poi la Cooperativa Airone, l’Albergo Torre, la Locanda del Lupo e il Museo Glauco Lombardi; nel piacentino i Comuni di Agazzano, Gazzola, Gropparello, Pianello Val Tidone, San Pietro in Cerro, Sarmato e ancora il Conservatorio Villaggi, Villa Tavernago, il Castello di Rezzanello, il Castello di Vigoleno e l’Azienda Agrituristica Case Riglio.
Obiettivo principe dell’Associazione è quello di promuovere e valorizzare l’ambiente delle Province di Parma e Piacenza, far conoscere la storia dei castelli associati e comunque l’arte, l’architettura e le emergenze storiche del territorio. Le strategie adottate passano attraverso la cooperazione con enti pubblici e privati, e la promozione di iniziative utili a incrementare il turismo in territori omogenei, azioni che si riflettono sull’immagine dei castelli stessi e ne esaltano la storicità e il profilo artistico, requisiti che hanno determinato l’ammissione dei singoli nell’Associazione. Di estrema importanza sono l’accoglienza; l’integrazione con le altre eccellenze del territorio (turismo religioso, ambientale, termale, culturale ed artistico); la promozione di iniziative musicali, teatrali, cinematografiche, televisive; la partecipazione a mostre e fiere; la ricerca di sinergie con altri operatori che prevedano la costituzione di pacchetti turistici anche a livello internazionale.
I Castelli del Ducato mirano ad essere un prodotto turistico qualificato e competitivo, capace di soddisfare una domanda differenziata ed eterogenea, come dimostrano anche i numeri: più di 500mila i visitatori nell’anno 2004 (privati, famiglie, gruppi, scolaresche…) con conseguente e significativa ricaduta economica sul territorio e le sue attività turistiche. L’Associazione, che non ha fini di lucro, fornisce inoltre consulenza, assistenza tecnica, amministrativa e burocratica agli associati per il miglioramento della qualità dei servizi e dei prodotti messi a disposizione dai soggetti aderenti o sostenitori.

Informazioni:
Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto
Tel. 0521.829055 0521.823221 
e-mail: info@castellidelducato.it

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Piacenza iscriviti alla nostra newsletter