Uffizi a Firenze, rinnovate 8 sale: dettagli e opere

All'interno della Galleria degli Uffizi di Firenze sono appena state aperte otto sale completamente rinnovate: qui i dettagli del nuovo percorso.

Galleria degli Uffizi, sala 25
Galleria degli Uffizi, sala 25

La Galleria degli Uffizi di Firenze vede un’interessante novità che va a vantaggio dei visitatori: è stato infatti inaugurato un nuovo allestimento.
Si apprende infatti che otto sale sono state interessate da un intervento di rinnovamente, riguardante per lo più l’impiantistica.
Ciò è stato possibile grazie ad una cospicua donazione di denaro – nell’ordine dei 600 mila euro – elargita dalla Salvatore Ferragamo SpA.
In particolare, l’opera di rinnovamento si è concentrata su otto sale (dalla 25 alla 32) situate all’inizio del Terzo Corridoio della Galleria degli Uffizi, già visitabili a partire dalla giornata di martedì 15 settembre 2015.
La prima novità che balza all’occhio è il colore che va a caratterizzare questi ambienti: si è provveduto a portare il colore verde anche in queste sale, così da sottolineare una continuità nel percorso e nei temi delle opere esposte.
Dal punto di vista prettamente “espositivo” – per così dire – il nuovo allestimento prevede la presenza di 42 opere pittoriche e di una scultura, in maniera tale da poter rappresentare la pittura della seconda metà del XV secolo.

Uffizi, Firenze - ph Chris Wee via WikipediaUffizi, Firenze - ph Chris Wee via Wikipedia

Questo in dettaglio il nuovo allestimento:

  • Sala 25: opere di due protagonisti nella pittura fiorentina del secondo Quattrocento, Alesso Baldovinetti e Domenico Ghirlandaio;
  • Sale 26: intitolata a Cosimo Rosselli, qui sono state sistemate opere riguardanti l’antica tradizione delle botteghe pittoriche fiorentine;
  • Sale 27: opere di Pietro Perugino, oltre che il “San Vincenzo Ferrer” di Fiorenzo di Lorenzo e tavola col “Martirio di San Sebastiano”, attribuita a Gerolamo Genga;
  • Sala 28: questa sala è state destinata totalmente alle opere di Filippino Lippi;
  • Sale 29: qui l’allestimento verte tutto su Lorenzo di Credi;
  • Sala 30: torso del Doriforo in basanite verde esposto;
  • Sala 31 e Sala 32: chiudono il nuovo percorso espositivo le opere di Luca Signorelli.
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione FIRENZE iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*