TripAdvisor non piace alla Borsa nel giorno del debutto

TripAdvisor non piace alla Borsa nel giorno del debutto
TripAdvisor non piace alla Borsa nel giorno del debutto

TripAdvisor fa il suo debutto in Borsa, subito dopo lo scorporamento dalla casa madre Expedia. Senza perdere tempo la società leader delle recensioni online ha timbrato il suo primo cartellino o, per dirla in forma più “elementare”, ha appena trascorso il suo primo giorno di scuola.

I mercati, però, non hanno accolto favorevolmente la neonata società tanto che l’indice Nasdaq di New York (dove sono quotate le azioni), ha fatto segnare un meno 8,53%  il primo giorno. Ironia del destino, mentre TripAdvisor riceveva quest’accoglienza da molti definita “tiepida” l’ex società, Expedia, ha avuto quotazioni di quasi 4 punti in più (3,87%).

Una sorta di inversione di tendenza e una lettura tra le righe mica da poco. Gli analisti, gli esperti del settore, saranno in grado di riferire cosa dovremo aspettarci dalla nuova società mentre, su questo non ci sono dubbi, nei prossimi mesi ci saranno novità sul fronte servizi di TripAdvisor al fine di rafforzare l’attuale leadership, per la verità incontrastata.  

Con oltre 50 milioni di recensioni scritte dagli utenti (è questo il vero motivo del successo, costi quasi nulli a fronte di valore) TripAdvisor avrà intenzione continuare su questa strada (bassi costi e alti fatturati).

Tuttavia bisogna fare i conti con l’oste che nel caso di TripAdvisor assume l’immagine dell’albergatore. Saranno, quest’ultimi, contenti di ricevere “critiche” positive e negative sul proprio operato e, soprattutto, su una piattaforma di una società terza che fa profitti proprio sulla querelle tra cliente e proprietario d’albergo?

Sì, è vero, TripAdvisor nasce con l’intento di offrire un servizio all’utente, al consumatore, ma siamo certi che tutto quello che si legge sia frutto della spontaneità dell’ospite? A sentire gli albergatori la risposta è assolutamente negativa ma anche alcuni addetti ai lavori non hanno nessuna remore ad affermare che le recensioni false continuano ad essere il “tallone d’Achille”  dell’intero sistema.

Ed ora che TripAdvisor ha potuto distribuire stock option siamo certi di poter contare sulla trasparenza oppure anche questa volta dobbiamo stare attenti che dietro l’angolo non si celino speculazioni che la Borsa conosce molto da vicino?

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*