Tribù ignota scoperta in Brasile a rischio di estinzione

Tribù sconosciuta in Brasile
Tribù sconosciuta in Brasile

Ho letto con interesse un articolo apparso sul Corriere.it relativo ad una tribù del tutto ignorata che è stata individuata nelle foreste tra il Brasile e il Perù.  La tribù rischia l’estinzione a causa della deforestazione che sta interessando l’area dove vivono questi uomini.

Dopo la scoperta l’associazione Survival International, che ha come obiettivo la tutela delle culture indigene, ha deciso di divulgare alcune foto scattate dal Dipartimento brasiliano agli affari indiani, allo scopo di sensibilizzare l’opinione collettiva sul rischio di estinzione di queste tribù. Queste popolazioni vivono sia in territorio brasiliano e sia in quello peruviano ma, così come denuncia l’associazione Survival, il governo peruviano non sta facendo nulla per scongiurare la loro scomparsa che potrebbe avvenire in seguito a guerriglie tra le tribù brasiliane e quelle peruviane. Entrambe le tribù sono costrette a rifugiarsi verso il confine a causa della minaccia dei tagliatori di legna illegali.

Nell’era di Internet, dell’informazione bilaterale, della rete sociale che oramai non ha confini, desta molto stupore sapere che nel mondo ci siano ancora popolazioni sconosciute che purtroppo, come tutte le cose autentiche, rischiano l’estinzione.

Le immagini che mostro in questo post sono state prelevate dal Corriere.it ed hanno lo scopo di veicolare questa problematica contando su una sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

Tribù sconosciuta in Brasile, foto dall'alto
Tribù sconosciuta in Brasile, foto dall'alto
Tribù sconosciuta in Brasile, a rischio estinzione
Tribù sconosciuta in Brasile, a rischio estinzione
Tribù a rischio estinzione in Brasile
Tribù a rischio estinzione in Brasile

Tribù scoperta in Brasile
Tribù scoperta in Brasile

Ecco il video della tribù a rischio estinzione

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*