Trenino Rosso del Bernina

Il nostro viaggio sul Trenino Rosso del Bernina

trenino rosso del bernina
Trenino Rosso del Bernina

Il Trenino Rosso del Bernina: un treno che viaggia verso le nuvole

E’ domenica mattina del 18 novembre, piazzale Castello a Milano, e la gita al trenino rosso del bernina ha inizio. Partiamo verso le 7 con direzione Tirano in pullman con Club Magellano. Il viaggio è durato all’incirca 3 ore, ma, grazie all’ottima compagnia incontrata sul bus e alla sosta per la colazione, sono volate in un attimo. Il pullman arriva a destinazione verso le 10.10 e subito al nostro accompagnatore si aggiunge anche la guida turistica, che ci seguirà fino alla fine della nostra giornata, e subito visitiamo il Santuario di Tirano, un bellissimo santuario del 1500 dedicato alla Madonna ed edificato proprio nel punto in cui Essa apparve a Mario Homodei, in seguito diventato beato, il 29 settembre 1504; all’interno del santuario non si può non notare il fantastico organo alto quasi 15 metri!

Una volta finito di visitare il santuario era già ora di pranzo e il nostro accompagnatore ci ha consigliato un posto molto carino proprio in piazza, di fronte alla stazione del trenino rosso, “sale e pepe” nel quale con soli 15 €, abbiamo pranzato con il seguente menù:

CARPACCIO DI BRESAOLA CON SCIATT
PIZZOCHERI
ROSSO DI VALTELLINA  DOC 2008
CAFFE

Una volta saliti con la nostra guida su una delle magnifiche carrozze di questo bel trenino tutto rosso, la giornata è parsa rallentare e adeguarsi al ritmo imposto dalla locomotiva e dal finestrino il paesaggio ha iniziato a mutare sempre di più, facendo scoprire a me e a tutti gli altri che erano con me in quel momento una sensazione quasi magica, passavamo dalle valli verdeggianti alle cime delle montagne in un batter d’occhio. Sono davvero tantissimi gli aspetti da valorizzare e da apprezzare, la maggior parte dei quali onestamente sarebbero rimasti occulti se la guida non ce li avesse fatti notare…il viadotto elicoidale di Brusio, la massima pendenza affrontata del 7%, la coesistenza di Chiese cattoliche e protestanti, alcuni scorci paesaggistici e faunistici, alcuni accorgimenti tecnici oltre a sottolineare il fatto che questo treno raggiunge il punto più alto toccato da un treno in tutta Europa.

Quasi senza accorgercene eravamo già arrivati al capolinea, cioè alla stupenda Saint Moritz. Qui abbiamo avuto modo di visitare la città vecchia, palazzo Badrutt e la Cafeteria Hanselmann, ottimi cioccolatini…ma prezzi in pieno stile Saint Moritz…INTOCCABILI…ed era già ora di salire sul pullman e di rientrare.

Durante il rientro, l’ accompagnatore ha fatto fermare il pullman in prossimità del Maloia per un’altra escursione (resa possibile grazie al tempo bello ) per il gruppo,  tutti assieme siamo andati a piedi, facendo una bella passeggiata attraverso un bosco, sino alla Torre di Belvedere e da lì un’altra visita guidata, stavolta alle favolose “marmitte dei giganti”.

Dopo una giornata di questo tipo e così intensa, sono rientrata a Milano, in Piazza Castello alle ore 20.40 e una volta a casa non riuscivo ancora a credere a quello che ho vissuto in una sola Domenica!

Insomma…una giornata indimenticabile che mi sento di consigliare a tutti, un’esperienza da ripetere senza ombra di dubbio.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter