Treni Napoli – Bolzano: Frecciargento dal 28 febbraio 2016

Trenitalia annuncia la partenza di una nuova rotta che verrà percorsa da Frecciargento: la Napoli - Bolzano.

La Napoli - Bolzano di TrenitaliaLa Napoli - Bolzano di Trenitalia

A partire dal prossimo 28 febbraio 2016 due città molto distanti tra loro verranno unite da una nuova direttrice su rotaia.
Trenitalia ha infatti annunciato la prossima partenza dei nuovi convogli che andranno ad unire Napoli a Bolzano cosa vedere: luoghi di interesse.
Saranno i treni Frecciarossa a compiere il tragitto che altro non è che una estensione della già vigente tratta ferroviaria che intercorre tra Roma e Bolzano.
Saranno quattro i collegamenti giornalieri che verranno serviti dalla rete Trenitalia – Ferrovie dello Stato, con la possibilità di poter usufruire – naturalmente – della possibilità di salire o di scendere presso le stazioni che fanno da fermata intermedia tra Napoli e Bolzano.
I convogli Frecciargento, infatti, compiranno il seguente percorso:
– Napoli
– Roma
Firenze
Bologna
Verona
– Rovereto
– Trento
– Bolzano.

Dunque, in meno di sei ore ci si potrà spostare tra i due capolinea della nuova tratta ferroviaria, mentre tra Napoli e Verona basteranno soltanto quattro ore di viaggio.
Al fine di promuovere la partenza di questa nuova soluzione di mobilità tra Napoli e Bolzano, Trenitali ha deciso di rilanciare l’iniziativa denominata ” Speciale AV – 50%”, sempre particolarmente gradita e richiesta dai viaggiatori.

Frecciargento - ph MitKawa - licenza Creative Commons Attribution 3.0 UnportedFrecciargento - ph MitKawa - licenza Creative Commons Attribution 3.0 Unported

Si potrà dunque procedere all’acquisto dei biglietti per i treni Frecciargento, andando ad ottenere uno sconto del 50% sul prezzo consueto del biglietto base.
La promozione sarà valida per partenze da effettuarsi fino al prossimo 30 aprile 2016.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Bolzano Campania Napoli Trentino-Alto Adige iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*