Traghetti per la Sardegna, nasce la Flotta Sarda contro il rincaro dei prezzi

Interno del traghetto Moby
Interno del traghetto Moby

La regione Sardegna dal prossimo anno avrà una nuova compagnia che gestirà i trasporti verso e dalla Sardegna. Si chiamerà Flotta Sarda spa, un corporate mista (pubblico e privato) con cinque navi. L’iniziativa è volta ad offrire un servizio dignitoso ma a prezzi contenuti ai quanti si recano verso l’isola sarda.

Il caro traghetti è stato il lite motive dell’estate in Sardegna. Prima dell’inizio della stagione estiva 2011, le compagnie marittime hanno fatto cartello rincarando i biglietti dei traghetti per la traversata versola Sardegna. Il risultato è stato un calo di presenze in Sardegna che, nel nord (in Gallura) ha fatto registrare anche un meno 30 per cento.

Nonostante la regione Sardegna avesse messo a disposizione le navi della Saremar, più economiche perché non appartenenti a compagnie private, molti turisti hanno desistito dal fare vacanze in Sardegna. La stessa Saremar, d’altronde, si è rilevata insufficiente a contenere la domanda facendo segnare il tutto esaurito.

E’ così, per evitare ulteriori iniziative impopolari da parte delle compagnie marittime, la Sardegna ha deciso di creare una seconda flotta che prenderà il nome, appunto, di Flotta Sarda spa.

La Saremar, tuttavia, continuerà a solcare il mar Tirreno anche di inverno e prossimamente si occuperà dei trasferimenti delle due isole sarde, Carloforte, sul versante sud occidentale della Sardegna e della Maddalena, a nord dell’isola.

Intanto, così come fortemente voluto da Bruxelles, saranno messe all’asta le rotte per la continuità territoriale. Sul piatto ci sono 50 milioni di finanziamento statale per i prossimi otto anni. La Tirrenia, compagnia marittima che negli ultimi tempi ha subito una necessaria privatizzazione, è avvisata.

Staremo a vedere se la mossa in anticipo della regione Sardegna basterà a rimarginare l’emorragia dovuto al caro traghetti che, come si è visto, ha depauperato l’economia sarda

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

4 Commenti

  1. Cerco di essere ancora educato e di non dire parolacce … ma mi auguro che a quei ladri del cartello (i quali sperano pure di aver i soldi dello stato per la continuità territoriale) venga un pensiero piccolo piccolo: se affonda il sistema italia affondano pure loro: è matematico no turisti = no lavoro sulle navi vuote = licenziamenti = fallimento società (Magari!!) e poi che ci fanno i napoletani con la sardegna? non hanno già ricevuto abbastanzi regali dallo stato con la tirrenia? che si accontentino di ischia e capri!

  2. dopo il 15 settembre i prezzi sono aumentati notevolmente, mia figlia studentessa universitaria a roma, per la tratta olbia- civitavecchia ha pagato 120 euro per un posto letto in cabina non esclusiva ,la settimana precedente il costo era di circa 52 euro,alla biglietteria si sono giustificati dicendo che quando c’e piu’ richiesta possono aumentare i prezzi senza preavviso(noi avevamo consultato il sito tirrenia su internet)noi sardi siamo tartassati alla faccia della continuita’ territoriale sono indignata, molto conveniente la flotta sarda sopratutto per gli studenti ,spero la ripristinino al piu’ presto

  3. UGGETTI PIERO
    sono interessato alla Vs. compagnia in quanto hp casa in Sardegna e i prezzi delle altre compagnie sono cari
    tenetemi aggiornato saluti piero uggetti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*