DPCM del 16 gennaio: le regole per i viaggi

Un nuovo DPCM è stato firmato dal Presidente del Consiglio che rimarrà in vigore fino a marzo. Ripartono le crociere e riaprono i musei. Ancora uno stop agli impianti di risalita. Ecco cosa prevede.
Mascherina tricolore - Foto di Andrea Toxiri
Mascherina tricolore - Foto di Andrea Toxiri

Il presidente del Consiglio ha firmato il nuovo DPCM in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo. Ecco cosa comporta per chi vuole spostarsi, viaggiare o andare in vacanza.

  • Ancora stop agli spostamenti tra regioni fino al 15 febbraio (a meno di proroghe come spesso è successo)
  • Chi arriva dai Paesi Ue non sarà sottoposto a quarantena ma sarà sufficiente un tampone rapido
  • Stop agli ingressi da Gran Bretagna e Irlanda fino al 5 marzo
  • Le crociere con navi italiane possono riprendere il largo
  • La ristorazione è possibile fino alle 18 solo nelle regione gialle con l’obbligo di non più di 4 persone per tavolo, mentre in quelle bianche (difficile da raggiungere) è possibile la riapertura a cena
  • Asporto vietato ai bar e ai locali senza cucina
  • Chiusi gli impianti di risalita almeno fino al 15 febbraio, possibile solo sci di fondo e ciaspolate
  • Musei aperti solo nelle regioni gialle e solo nei giorni feriali. Obbligatoria la prenotazione. Le mostre sono vietate

Pubblicato in

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*