Tour in Namibia, colori di sabbia

E’ un pase di grande varietà, la Namibia, una terra nata per stupire, dove si percepisce il senso della vastità e dell’infinito, di paesaggi dolci e zone aspre, di spazi sconfinati e dune che si tuffano nel mare.

E’ come se tutta l’Africa si concentrasse dentro i suoi confini, con deserti, savane, montagne ed etnie dalle culture ancestrali. TOAssociati invita a visitarlo in un tour di 13 giorni/12 notti, che dall’Italia tocca la capitale Windhoek, città dal profilo continentale per via delle architetture coloniali tedesche, comoda base di partenza per le regioni più spettacolari, come il Namib Desert, il più antico del mondo, con le altissime dune rosso fuoco di Sossusvlei. Una giornata intera è dedicata a questo ambiente più che singolare e al Sesriem Canyon, una fenditura nella roccia profonda 30 metri, visibile lungo il corso del fiume Tsauchab, dove un particolare microclima offre refrigerio ad alcune specie di uccelli e piccoli animali, che creano un’atmosfera surreale. Il risveglio all’alba regala tutte le tonalità dell’arancio, del pesca e dell’albicocca e prepara ad affrontare la visita alla Dead Vlei, una depressione circondata da dune monumentali, che ne fanno uno degli angoli più fotografati del Paese.

Lungo la costa atlantica a nord, verso Walwis Bay, il viaggio prevede una mini crociera per avvistare i delfini e spingersi nella laguna verso Pelican Point, dove vive una colonia stanziale di foche. Si entra quindi nel Damaraland, territorio che prende il nome dalla sua popolazione e che si presenta come un alternarsi di pianure ondulate, altopiani e montagne aspri e solitari, di formazioni geologiche dalle forme bizzarre. Il viaggio prosegue alla volta di Twyfelfontein, tempio dell’arte rupestre, dove gli studiosi hanno rinvenuto più di 2500 tra pitture e incisioni nella roccia. Non lontano, c’è una piccola gola, che custodisce curiose colonne di basalto, che assomigliano a canne d’organo e che, per questo, sono chiamate Organ Pipes. Lasciata questa regione, si parte alla scoperta del Kaokoland, forse il settore meno visitato della Namibia, ma molto affascinante per via di un’abbondante fauna selvatica, di catene montuose e scarpate spettacolari, altopiani e valli isolati, regno delle antiche tribù Himba.

Da ultimo, non può mancare una puntata all’Etosha National Park, una delle riserve naturali più grandi del mondo, disegnata dalla savana a ovest e dalle foreste a est, e tutta sviluppata attorno all’immenso Etosha Pan, un deserto piatto e salino popolato da una fauna incredibile. TOAssociati propone una partenza speciale il 5 luglio con accompagnatore dall’Italia. La quota base parte da 3160 euro a persona, con voli internazionali, trasferimenti aeroporti/hotel, sistemazioni in alberghi e lodge e trattamento come da programma, escursioni in bus o minibus con aria condizionata e acqua minerale a bordo, ingressi nei parchi e luoghi di visita, autista-guida parlante italiano, assicurazione, documenti e set da viaggio.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Windhoek iscriviti alla nostra newsletter