Tassa di soggiorno a Modena dal 1° luglio 2012

Una nuova città si aggiunge alla sempre più corposa lista di località in cui si paga la tassa di soggiorno: Modena dal 1° luglio diventerà un po' più cara. Tante però sono le proteste.

Si sta per scrivere un nuovo capitolo nella questione “tassa di soggiorno“: a Modena il balzello entrerà ufficialmente in vigore a partire dal 1° luglio.
Così come avviene in altre località italiane che hanno già adottato il provvedimento, la cifra che chi pernotta in un hotel a Modena si troverà a pagare varierà a seconda delle stelle con le quali è contrassegnato l’albergo.
In particolare si avranno prezzi a partire da 50 centesimi a notte a persona per chi sceglie un hotel a 1 stelle, fino a un massimo di 4 euro per chi alloggia in un 5 stelle.
Se in generale la tassa di soggiorno non piace agli albergatori, di qualsiasi zona d’Italia si stia parlando, l’introduzione di questo provvedimento proprio a Modena sta generando forti polemiche.
E’ sotto gli occhi di tutti la drammatica situazione post terremoto in Emilia: da più parti si fa presente che imporre una nuova tassa di questo genere non farebbe altro che mettere ulteriormente in ginocchio un tessuto economico già gravemente colpito per via del sisma.
La “decisione assurda, che non ha senso” – come ha dichiarato Amedeo Faenza, presidente di Federalberghi Modena – è stata presa inoltre proprio dopo il terremoto, deliberata dall’amministrazione di Modena l’11 giugno 2012.
Faenza auspica un ripensamento o almeno uno slittamento dell’entrata in vigore, rimandando il ragionamento su una tassa di soggiorno a Modena al periodo post ricostruzione.
Al momento, però, il provvedimento è confermato.
Torneramo a parlare della questione nel caso ci fossero aggiornamenti.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter