Spa Maldive riaperte: il governo ci ripensa

La notizia della chiusura delle Spa e degli stabilimenti termali alle Maldive ha comprensibilmente messo in allarme gli operatori turistici e i gestori stessi dei centri benessere maldiviani. Il governo ci ha ripensato e tra pochi giorni tutto tornerà regolare.

Le Spa alle Maldive saranno riaperte nei prossimi giorni: è questa la decisione presa dal governo maldiviano a seguito delle numerose proteste messe in atto da operatori del settore e dagli agenti di viaggio.
Solo qualche giorno fa, infatti, è passata una legge che stabiliva che le Spa e i centri termali fossero chiusi, in quanto ritenuti “luoghi di prostituzione” dal partito di opposizione Adhaalath, il promotore dell’iniziativa legislativa.
Dal 30 dicembre 2011 di fatto le Spa non hanno più potuto esercitare la loro normale attività, un’attività che però fa fortemente rima con turismo: oltre al danno di immagine, anche le ricadute economiche sarebbero state gravi ed evidenti.
Il governo ha dunque deciso di operare una serie di controlli, al termine dei quali è stato stabilito che le Spa alle Maldive sono “perfettamente salutari” e niente hanno a che fare con la prostituzione, tanto che si sottolinea che si tratta di “luoghi in cui le famiglie possono ottenere un trattamento di alta classe“.
Da qui la decisione di riaprire le Spa, i centri termali e i centri benessere, numerossimi su tutti gli atolli maldiviani.
Allo stato attuale spetta tuttavia alla Corte Suprema stabilire i tempi e le modalità di riapertura.


Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione iscriviti alla nostra newsletter