Social Media, per il 40% dei vacanzieri non sono influenti

Social Media, per il 40% dei vacanzieri non sono influenti
Social Media, per il 40% dei vacanzieri non sono influenti

Arrivano nuovi sondaggi sul rapporto social media e vacanze, con risultati per nulla inediti. Secondo un’indagine condotta da YouGov ,su oltre 2.000 vacanzieri con età superiore ai 18 anni, il 40% non è influenzato dai social media.

Seppure si tratti solo dell’ennesima ricerca che per alcuni “lascia il tempo che trova”, è da rilevare come questo sondaggio mette in luce esattamente quello che ho scritto in un post, qualche tempo fa, dal titolo “I social media non influenzano le scelte dei viaggiatori”. Anche in quell’occasione, facendo riferimento ad un rilevamento tenutosi nel Regno Unito, si “scoprì” che i viaggiatori non venivano affatto condizionati dai social media.

Ma non solo. Sempre nella primavera di quest’anno, su questo blog, ho scritto un altro post relativo al rapporto conversioni hotel e social media. Il titolo del post “Prenotazione hotel, i social media non convertono” lascia pochi dubbi anche se, come è giusto che sia, non bisogna “pretendere” da un piano di social media un risultato quantitativo ma conversazionale (inteso come creazione di conversazioni).

Ritornando al nuovo sondaggio, è da sottolineare la scarsa propensione dei viaggiatori a pianificare le vacanze con i social media. In particolare, solo l’8% degli intervistati ha dichiarato di far uso di Facebook per la pianificazione delle vacanze, nell’ultimo anno, nonostante un uso importante dei social media utilizzati, per circa il 57%, per altre finalità.

Tra le piattaforme sociali, spicca TripAdvisor che ha la maggior influenza sui viaggiatori (circa il 50%). Il sito viene consultato soprattutto per raccogliere informazioni prima di partire.

Diversi vacanzieri intervistati, inoltre, hanno dichiarato che un utilizzo più snello del sito web dell’azienda e delle brochure, hanno più incidenza nella pianificazione delle vacanze rispetto a Twitter e Facebook.  Il 37% afferma, infine, che i suggerimenti degli amici portano a prendere ulteriori informazioni mentre il 19% non sa come ricevere consigli e suggerimenti da parte di aziende e persone.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter

1 Commento

  1. Be’, a dire il vero questa cosa non mi stupisce… da sempre il meccanismo alla base di qualsiasi forma di pubblicità è di influenzarti senza che tu te ne accorga

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*