Slow Ski, il nuovo trend della settimana bianca

Si chiama Slow Ski ed è il nuovo trend della settimana bianca: un invito a gustare piste e neve con tranquillità e lentezza, assaporando panorami e ritmi naturali, complici le aperture anticipate degli impianti sciistici.

Lo Slow Ski è l’elogio della vacanza sulla neve da trascorrere senza la frenesia di discese e roccambolesche esibizioni sugli sci. Si tratta di un nuovo approccio alla settimana bianca, più rilassante, più conviviale: in alcune località sciistiche – Breuil Cervinia in primis – si è già pensato di attrezzare in tal senso i percorsi, dotandoli di comode panchine e di aree di sosta, per ammirare i panorami circostanti e per fermarsi a respirare a pieni polmoni, in sincrono con la natura innevata e avvolgente. Lo slow ski è la discesa dalle piste senza prendere velocità, su percorsi appositi, come ad esempio accade proprio a Breuil Cervinia, ai piedi del Cervino. E’ Giorgio Pession, presidente della Cervino spa, a parlarne, spiegando che per questa nuova tendenza è stata scelta la pista più panoramica del comprensorio, al fine di assicurare agli sciatori che preferiscono la lentezza e il relax il giusto ambiente per trascorrere una settimana bianca slow.
La tendenza, d’altronde, abbraccia più di un settore e sembra conoscere sempre più amanti del genere: basti citare, pur se in un settore differente, la cultura dello slow food per rendersi conto che in un’epoca frenetica, in vacanza (come pure durante la settimana bianca) si cerca proprio relax, un ritmo più calmo. In un’espressione: slow ski.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter