Shanghai Expo, ai cinesi piace l’Italia e agli italiani?

Expo Shangai ItaliaNon mi piace titolare un post o un articolo con il punto di domanda ma questa volta non ho resistito alla tentazione. Ho appreso con piacere che il padiglione italiano dell’Expo di Shangai è quello più apprezzato dai cinesi a tal punto che un sondaggio, sempre made in China, ha attribuito al nostro Paese la “coppa del Mondo”. Ogni giorno, dall’apertura dell’Expo (circa tre mesi fa) con estrema costanza (classica dei cinesi come la perseveranza) sono circa 40.000 i cinesi che visitano il padiglione. Sembra che apprezzino molto l’eleganza e i contenuti dell’esposizione italiana che fanno lievitare le quotazioni del  Bel Paese tra i Paesi da visitare.

E se l’Italia sale tra le preferenze degli orientali non sono altrettanto convinta che piaccia molto agli italiani. Mi capita di sovente di parlare con persone che abitano ed operano nell’Italia del centro e del nord. Quando chiedo se conoscono Capri o Taormina, la risposta è quasi sempre scontata: no, non sono mai stato a sud. E allora? Cosa fare per promuovere anche quest’angolo dello “Stivale”?  Escluderei subito l’organizzazione di un Expo. A sud non ci sono i cinesi ma enti preposti alla promozione del territorio che, spesso, sono un contenitore di pseudo figure specializzate. E allora? E’ colpa di chi è preposto alla promozione o di chi non visita la terra tanto amata dai Greci? Beh, come si sa, la verità sta nel mezzo e in questo, noi italiani, siamo maestri di equilibrio.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*