Sciopero TIR in corso in tutta Italia, possibili disagi e rallentamenti

E' in atto in tutta Italia lo sciopero dei TIR: disagi previsti su autostrade, tangenziali e soprattutto ai caselli.

Una protesta che si sta espandendo sempre più: lo sciopero dei TIR prende il via oggi e proseguirà almeno fino a venerdì, stando a quanto si apprende dai rappresentanti del sindacato di categoria “Trasportiounito Fiap“.
Dopo le proteste in Sicilia nate qualche giorno fa, gli autotrasportatori di tutta Italia hanno deciso di intraprendere forme di protesta simili che però rischiano di paralizzare l’Italia intera e di rendere scarse merci di vario genere.
Chi ogni giorno guida un TIR chiede con l’adesione a questo sciopero anzitutto che le accise sul carburante vengano ridotte e non gravino così tanto, come avviene adesso.
Anche il discorso “assicurazioni” è un tasto dolente per gli autotrasportatori che, al contempo, chiedono inoltre misure più severe e maggiori controlli sugli irregolari.
Il messaggio è già arrivato forte e chiaro al Governo che, per voce del Ministro Annamaria Cancellieri, si è detto attento alla questione; allo stesso tempo, però, si fa sapere che “non saranno tollerati blocchi stradali. Useremo tolleranza e dialogo, però bisogna anche tenere presente i diritti dei cittadini”.
In sostanza, lo sciopero dei TIR si manifesta con incolonnamenti dei mezzi che provocano code e più in generale rallentamenti alla circolazione.
Sono soprattutto i caselli le aree nevralgiche della protesta e, stando alle informazioni elaborate da Viabilità Italia, allo stato attuale i punti maggiormente colpiti sono:

  • la A6 Milano – Genova, all’altezza dello svincolo di Serravalle Scrivia;
  • sulla A1 a Napoli Nord in entrambe le direzioni;
  • in tangenziale sud a Torino
  • tra Bologna San Lazzaro e Cesena Nord.

Nei prossimi giorni sono già in programma alcuni incontri tra i rappresentanti sindacali e il governo e dunque potrebbero esserci ulteriori novità.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter