Ryanair vince causa contro Atrapalo

Il Tribunale del commercio di Barcellona si è espresso in merito alla causa promossa dal rivenditore online Atrapalo nei confronti di Ryanair, dando ragione alla compagnia aerea irlandese.

Il tribunale spagnolo ha sentenziato che Ryanair è autorizzata, in virtù della Costituzione Spagnola, ad offrire in esclusiva le proprie tariffe basse su ryanair.com. C’è di più: via libera anche al diritto di Ryanair di difendere la sua policy di distribuzione esclusiva apostrofando pubblicamente i rivenditori online con termini come: “venditori illegali”, “parassiti del settore” e “peso morto”. Tuttavia, Ryanair non è stata autorizzata ad utilizzare il termine “bastardi” in riferimento ai rivenditori online.
Infine, un ulteriore pronunciamento ha riguardato la possibilità di fare pubblicità comparativa, prassi adottata da Ryanair ma censurata in passato da un altro tribunale.
Grande soddisfazione per questa vittoria è stata espressa da Stephen McNamara di Ryanair: “Questa vittoria presso il Tribunale Spagnolo è un’altra pietra miliare nella lotta di Ryanair contro i rivenditori non autorizzati di biglietti su internet. I siti come Atrapalo per troppo tempo hanno continuato a vendere in maniera non autorizzata i voli Ryanair con l’aggiunta di spese extra, che i consumatori non pagano quando prenotano direttamente con Ryanair”.
Tuttavia, Ryanair non ha affatto chiuso la porta ad Atrapalo, lanciando a mezzo stampa una proposta: “Se Atrapalo è sinceramente interessato a fornire un onesto servizio di comparazione di prezzi, sarà il benvenuto per la firma di questa licenza che è soggetta ad una donazione di beneficenza di €100”.
Tuttavia, Atrapalo non concorda affatto con queste dichiarazioni Ryanair e, poco dopo la diffusione della notizia, ha deciso di fornire la propria versione, informando a mezzo stampa circa le vicissitudini in tribunale, come da news di aggiornamento linkata.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter