Ryanair: sindacato piloti tedesco “pressioni per risparmiare carburante”

La vicenda Ryanair relativa alla richiesta di mayday da tre voli nei giorni scorsi si amplia: un sindacato tedesco di piloti denuncia pressioni per risparmiare sul carburante.

Qualche giorno fa abbiamo dato notizia di tre voli Ryanair in difficoltà che hanno inviato richiesta di mayday all’aeroporto di Valencia.
Motivo: i bassi livelli di carburante che avrebbero dettato l’urgenza dell’atterraggio, scavalcando altri vettori in coda per toccare terra.
Una vicenda che di certo avrebbe preso nuovi contorni e sviluppi: arriva infatti oggi la notizia secondo cui il sindacato tedesco dei piloti “Cockpit Vereinigung” ha denunciato una situazione di disagio da parte di alcuni iscritti.
In particolare, emergerebbe che i piloti Ryanair sarebbero esposti a forti pressioni psicologiche atte a ridurre il consumo di carburante.
Il quantitativo di combustibile necessario per ciascun volo viene infatti stabilito dal comandante che ha la responsabilità delle vite dei passeggeri e dell’aereo stesso.
Stando all’accusa lanciata dal sindacato, dunque, Ryanair eserciterebbe pressioni proprio per rendere il conto carburante meno caro, la maggior voce di spesa quando si parla del bilancio economico dei voli.
La compagnia aerea irlandese non ha ancora risposto in alcun modo alle dichiarazioni rilasciate da Joerg Handerwerg, portavoce del suddetto sindacato.
Tuttavia c’è da dire che bisogna prima appurare se la situazione illustrata corrisponde a realtà, prima di poter parlare con certezza di queste pratiche di risparmio che, però, potrebbero mettere a repetaglio la sicurezza dei passeggeri, in condizioni di emergenza.
Al momento mancano le prove esibite nelle sedi opportune: questo va ben specificato.
Una cosa invece è lampante: le autorità aeree della Spagna hanno deciso di aprire un’inchiesta relativamente agli episodi del 26 luglio: malgrado i tre mayday in un solo giorno, Ryanair ha tenuto a precisare che i propri voli viaggiano con i livelli di carburante previsti dalla normativa vigente.
Continueremo a seguire la vicenda.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter