Ryanair invita i passeggeri all’uso del Sms, a pagamento!

Sms a pagamento con Ryanair
Sms a pagamento con Ryanair

Avete fatto un viaggio in aereo con Ryanair, la compagnia low cost più nota al mondo? Ebbene, se siete tra i passeggeri di Ryanair o intendete diventarlo, la compagnia irlandese ha invitato i passeggeri ad attivare il servizio SMS al fine di non trovarsi in spiacevoli situazioni come la dimenticanza della carta d’imbarco prestampata che comporta una penale di 40 euro per la ristampa.  

Quando ho letto la notizia ho trovato l’iniziativa lodevole, finalmente un vettore che utilizza un sistema economico e popolare per informare i clienti. In fondo, ho pensato, 5 o 10 centesimi a passeggero sono costi irrisori per una compagnia aerea che per quanto sia low cost, non ha nessun problema a rientrare da questo piccolo investimento. Invece, con mia sorpresa, ho scoperto che il servizio è a carico del passeggero e non costa qualche centesimo, come un normale SMS, bensì un euro.

D’accordo, un euro non è molto tanto più che il servizio è opzionale,  ma se la compagnia low cost non avesse il nome di Ryanair, avrei gridato allo scandalo.  E’ arcinoto, infatti, quanto costano i servizi opzionali di questo vettore ma fare la cresta su un servizio a basso costo mi sembra un po’ troppo considerato anche il gran numero dei passeggeri che ogni anno si sposta con il vettore irlandese che è pari a 78 milioni.

Per chi non è avvezzo ai numeri, è sufficiente che ogni passeggero attivi un banale servizio come questo, al solo costo di euro, per portare nelle casse di Ryanair circa 78 milioni di euro all’anno. Una bella trovata, non c’è che dire, d’altronde cosa aspettarsi dalla compagnia aerea più low cost del mondo che dietro il motto “voli ad 1 euro” nasconde costi esosi del servizio e delle eventuali penali che a volte (non sempre) superano il costo del biglietto di un volo di linea.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter

2 Commenti

  1. Ciao Anna, non dovrebbero esserci problemi. Tuttavia ti consiglio di monitorare la situazione sul sito della compagnia aerea che hai scelto per il tuo viaggio a Londra. Anna

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*