Roma è Città della creatività per il cinema Unesco

L'Unesco conferisce a Roma il riconoscimento di "Città della creatività" per il cinema.

Cinecittà, ingresso - ph JRibaX - licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 UnportedCinecittà, ingresso - ph JRibaX - licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

L’Italia porta a casa un altro riconoscimento internazionale degno di nota, dopo l’inserimento di Parma nella lista Unesco quale Città della creatività peril cibo.
Nella stessa giornata l’organismo che mira alla tutela di territori, città, siti e culture ha comunicato che alnche Roma è stata insignita del riconoscimento di “Città della creatività” per quanto riguarda il cinema.
La Città Eterna è stata dunque premiata per i tanti, spettacolari aspetti che ne fanno luogo prediletto da molti registi per dar vita ai proprio lavori cinematografici e non solo.
Set a cielo aperto dagli incredibili panorami cittadini e storici, Roma è di per sè luogo di grande vitalità per quanto riguarda il comparto dell’industria cinematografica, data anche la presenza di storici luoghi quali ad esempio Cinecittà.
La candidatura di Roma per l’iscrizione nella lista delle città creative Unesco per il Cinema è stata avanzata, seguita e portata avanti con convinzione e passione dai maggiori soggetti in campo: da Roma Capitale, Fondazione Cinema per
Roma e Istituto Luce Cinecittà, con l’importante supporto, tra gli altri, del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, del ministero degli Affari esteri, della Regione Lazio e della Rai.
Una città che parla da sè, una città che – come ha commentato il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini – ” ha dato in natali ai primi studios del mondo e a una delle più antiche e prestigiose scuole di cinema”.

Roma, Colosseo - ph Aaron Logan via WikipediaRoma, Colosseo - ph Aaron Logan via Wikipedia

Senza naturalmente mettere in secondo piano il patrimonio stesso della città: prosegue infatti Franceschini in un intervento pubblicato da Repubblica.it “Le vie di Roma, le sue piazze, i monumenti, le chiese, i palazzi e le sue aree archeologiche e la stessa Cinecittà sono tornati a essere un set naturale per le grandi produzioni internazionali grazie alle nuove norme sul tax credit. Le decine di migliaia di persone che a Roma vivono, lavorano e sognano di cinema hanno oggi un motivo in più per essere orgogliosi”.
La soddisfazione è dunque evidente, per un riconoscimento mondiale operato da Unesco di grande levatura culturale.


Informazioni utili

Cosa vedere a Roma   Dove dormire a Roma

Roma Mappa

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*