Rivive l’avventura di Oswald von Wolkenstein

La rievocazione storica  è un tributo alla memoria di Oswald Von Wolkenstein, uno dei più famosi trovatori medioevali di lingua tedesca, e vede un centinaio di partecipanti darsi battaglia tra ali di folla.

La grande festa, che pare un film storico in costume, inizia venerdì 9 giugno alle 17, con la festa medievale a Fiè allo Sciliar, mentre la giornata di sabato 10 giugno è dedicata alla grande sfilata. Fiè allo Sciliar si riempie di luci, colori e suoni durante la solenne presentazione delle squadre partecipanti tra ospiti d’onore, persone in costume tradizionale e tutta l’allegria delle bande musicali. Tutto questo serve a preparare il clou dell’evento, che si svolge domenica 11 giugno con la Cavalcata vera e propria. Le squadre partono dal Castel Trostburg a Ponte Gardena e si sfidano in spettacolari tornei lungo un percorso che si snoda sull’Altipiano (di Siusi) togliere Siusi Il primo torneo, “La passeggiata degli anelli”, si svolge a Castelrotto, sul monte Calvario a partire dalle 9.30 e si tratta di una prova di abilità. I quattro cavalieri che compongono ogni squadra devono, a turno e passando al galoppo, infilare un asta in tre anelli appesi a intervalli regolari. La seconda prova, molto spettacolare, è chiamata “Il Labirinto” e vede impegnati tutti i cavalieri contemporaneamente: la sfida al galoppo per raggiungere la fortezza. Si tiene a Siusi allo Sciliar, vicino a Castelvecchio dove l’amato Oswald von Wolkenstein abitò, e la maggiore difficoltà del torneo consiste nell’attraversare un labirinto in groppa al cavallo e giungere al traguardo prima degli avversari. Alle 12.30 al laghetto di Fiè allo Sciliar si tiene il terzo gioco, il “Galoppo”. Qui i cavalieri devono abilmente far percorrere ad una biglia uno scivolo, recuperarla, superare un percorso ad ostacoli e poi giungere fino ad un cancello facendo camminare il proprio quadrupede “a ritroso”. Gran finale alle 14.15 sui prati ai piedi di Castel Presule, con il coreografico “Passaggio fra porte”. Come in una gara di slalom, i cavalieri si sfidano a galoppare zigzagando tra pali infissi nel terreno impugnando l’asta, da passare successivamente ai compagni di squadra come un testimone. D’estate (a seconda del periodo) a Fiè, la camera doppia in un 4 stelle superiore costa 99-140 euro; un 3 stelle a mezza pensione 58-84 euro a persona; un 2 stelle a mezza pensione 36-42 euro a persona. A Castelrotto, la mezza pensione in un 4 stelle costa 66-95 euro a persona; un 3 stelle 45-81 euro; un 2 stelle garni sui 29 euro.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Bolzano iscriviti alla nostra newsletter