Riviera dei Cedri, ecco dove cresce il frutto tanto caro agli ebrei

CedroDa alcuni anni trascorro le vacanze al mare a Praia a Mare, rinomata città di mare dell’alto cosentino tirrenico. Da qui parte la riviera dei cedri così chiamata perchè da Praia a Mare e fino a Santa Maria del Cedro, si coltivano questi frutti così particolari. Gianni, il pescatore che ho incontrato qualche giorno fa, mi ha raccontare che da queste parti si sono visti a più riprese alcuni rabbini che qui vengono a scegliersi il frutto a loro tanto caro.

Il cedro è un frutto molto caro agli ebrei destinato al rito del Sukkòt. Sembra che i cedri che crescono in quest’area siano davvero particolari. Il microclima di questo tratto di costa è adattissimo alla coltura ci questo frutto. Gianni, il pescatore, mi ha raccontato che diversi anni fa le donne di Praia (e non solo) subito dopo la raccolta usavano portare al mare questi frutti al fine di “pulirli” , “purificarli”.

Il rito prevedeva che il carico (i cedri venivano riposti in ceste di vimini) veniva trasportato sulla testa delle donne così come nella tradizione delle donne contadine meridionali. Ancora oggi in questa zona dell’alto cosentino i cedri vengono coltivati. Nelle serate d’estate una granita al cedro è un rito che non conosce il segno del tempo. Ed io volentieri mi adeguo.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*