Riprotezioni Wind Jet, inchiesta al via: come segnalare tariffe alte

Aperta un'inchiesta per chiarire se il meccanismo delle riprotezioni Wind Jet non abbia gravato più del necessario sui passeggeri già danneggiati. Ecco il modo per segnalare tariffe troppo alte o difformità.

Mentre l’emergenza Wind Jet va via via sistemandosi grazie all’intervento deciso e tempestivo di Enac e la collaborazione di altre compagnie aeree, è tempo di fare i conti sul prezzo pagato dai passeggeri rimasti a terra.
Si apprende infatti che è stata aperta un’inchiesta al fine di verificare che il meccanismo di riprotezioni abbia funzionato bene, senza gravare ulteriormente sulle tasche dei consumatori.
Enac ha accolto dunque la richiesta di Confconsumatori e ha dato il via alle procedure di verifica per appurare se sono state in effetti rispettate le tariffe di riprotezione annunciate negli scorsi giorni.
A tal proposito è stato espresso l’invito a segnalare eventuali anomalie o cifre ben superiori a quelle comunicate anche da Enac.
Quanto a Confconsumatori, in un comunicato stampa si spiega che sono state riportate delle anomalie: alcuni passeggeri hanno infatti raccontato che le compagnie aeree avrebbero segnalato la mancanza di posto su voli di riprotezione. Nulla di strano, se non fosse per un particolare: le stesse persone desiderose di partire, tentando l’acquisto di un biglietto online, hanno potuto più volte appurare che invece la disponibilità a bordo del volo di interesse c’era, sebbene a prezzo ben più alto.
Per questo motivo e per segnalare situazioni del genere, l’Enac ha deciso di indagare e ha iniziato con il mettere a disposizione il numero verde 800898121.

Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a