Pastiera napoletana e pastiera al cioccolato

La pastiera napoletana è una torta di pasta frolla ripiena, che sembra sia nata in un antico monastero napoletano, infatti è il dolce-simbolo della Pasqua di Cristo i cui ingredienti assumono  un  significato religioso e annunciano il ritorno della primavera: il grano cotto, sepolto nella terra, germoglia e risorge splendente, le uova sono il simbolo di nuova vita e l’ acqua di fior d’arancio ricorda il profumo dell’arancio in fioritura, annuncio di primavera.

Pastiera napoletanaPastiera napoletanaPastiera napoletana

La pastiera va preparata in anticipo, non oltre il Giovedì o il Venerdì Santo, per far sì che gli ingredienti così profumati riposando per uno o due giorni si armonizzano in un gusto unico. Poiché la ricetta della pastiera è tramandata da generazioni, in ogni casa si prepara una pastiera che si modifica a secondo dei gusti personali con l’omissione di qualche ingrediente o la personalizzazione di altri e ogni famiglia ritiene di essere in possesso della migliore ricetta.

L’innovazione più moderna della pastiera, dovuta all’arte della pasticceria napoletana, prevede nel ripieno l’aggiunta della crema pasticcera, basterà aggiungerne in proporzione di metà ripieno preparato e metà crema pasticcera, o seguire ancora una volta il proprio gusto…vi riporto di seguito la mia ricetta tradizionale.

La ricetta di FullTravel.it
Pastiera napoletana e pastiera al cioccolato
Per accontentare mio figlio che non preferisce la pastiera tradizionale poiché desidera solo torte al cioccolato, ho pensato di aggiungere il cacao tra gli ingredienti della pasta frolla e pezzetti di cioccolato nel ripieno….ha apprezzato molto….e anch’io!! provate anche voi…
Pastiera napoletana al cioccolato
Piatto Dolce
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 1 ora
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
15
Ingredienti
Pasta frolla
Pasta folla al cioccolato (aggiungere)
Ripieno
Piatto Dolce
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 1 ora
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
15
Ingredienti
Pasta frolla
Pasta folla al cioccolato (aggiungere)
Ripieno
Pastiera napoletana al cioccolato
Istruzioni
  1. In un pentolino portiamo a bollore il grano precotto con il latte,1 cucchiaio di strutto o burro, 1 cucchiaio di zucchero, la buccia d’ arancia intera (da eliminare una volta raffreddato), 1 pizzico di sale e lasciamo cuocere, mescolando, per circa 10 minuti,cioè il tempo necessario per assorbire il latte. Spegniamo e lasciamo raffreddare bene, poi eliminiamo le bucce d’arancia.
    Preparazione
  2. Nel frattempo prepariamo la pasta frolla: in una capiente terrina impastiamo la farina, le uova intere, lo zucchero, 1 pizzico di sale, la vanillina, il lievito per dolci, la scorza d’arancia, il burro tagliato a pezzettini o lo strutto. Lavoriamo bene ma brevemente con una palettina di legno e poi con le mani. Raccogliamo l’impasto a panetto, avvolgiamolo nella pellicola trasparente e lasciamola riposare in frigorifero per almeno mezz’ora. Per la versione di pastiera al cioccolato aggiungeremo nella preparazione dell’impasto 50 grammi di zucchero semolato in più, un altro uovo ancora, 50 grammi di cacao amaro e un pizzico di pepe… per esaltare il gusto del cioccolato…!
    Taglio della pasta
  3. Procediamo completando il ripieno, aggiungendo al composto precedente di grano e latte ormai raffreddato, il resto degli ingredienti in elenco, ossia: la ricotta, lo zucchero, i tuorli d’uovo, la vanillina, l’acqua di fior d’arancio, la cannella (si può omettere se non piace, ma ne consiglio almeno un pizzico), il sale, la scorza d’arancia grattugiata, cedro o arancia candita (se piace io la ometto), albumi montati. Amalgamare bene ed il ripieno è pronto. Nella versione al cioccolato al posto del cedro mettere il cioccolato fondente tagliato a pezzetti grossolani….una vera bontà!
    Riempimento con ricotta
  4. Assembliamo adesso la pastiera foderando una capiente teglia con carta forno bagnata e strizzata o in alternativa imburrandola e cospargendola di pangrattato. Stendiamo tre quarti della pasta frolla e la adagiamo nella teglia, non preoccupiamoci di rotture, rattoppiamo tranquillamente, in cottura andrà tutto a posto. Se preferite fate come me tagliando fettine di pasta dello spessore che desiderate e tappezzate la teglia, l’operazione risulta così, facile e rapida. Foderiamo anche tutti i bordi della teglia lasciandoli alti, poi riempiamo con il ripieno preparato.
    Preparazione teglia
  5. Stendiamo la restante parte della pasta frolla, e con una rotella dentellata prepariamo delle strisce lunghe e sottili che utilizziamo per decorare la torta posandole parallelamente a distanza regolare prima in un verso e poi incrociando obliquamente nell’altro verso. Ritagliamo l’eccedente e arrotoliamo la pasta del bordo contornando la pastiera. Inforniamo a 180°-190° per circa 1 ora (la cottura dipenderà dal nostro forno) spegniamo il forno e lasciamo raffreddare al suo interno, poi la estraiamo, la copriamo con un telo e la lasciamo riposare all’interno della teglia stessa per non farla rompere, il tempo di una notte, meglio se in frigorifero. La sformeremo solo il giorno dopo, rigirandola aiutandoci con un coperchio o un vassoio, togliamo la carta forno e la rigiriamo ancora sul vassoio di servizio. Spolverizziamo di zucchero a velo.
    Taglio sfoglia per decorazioni
  6. Pastiera napoletana al cioccolato, risultato finale.
    Risultato finale
Suggerimenti
  • Poiché la dose permette di ottenere 2 piccole pastiere, potrete prepararne una al cioccolato e una classica , separando la frolla in due parti e aggiungendo in una il cacao e separando allo stesso modo il ripieno aggiungendo il cioccolato.
  •  Per una preparazione più veloce utilizzate pasta frolla da già pronta del supermercato
  • Per stendere meglio la pasta frolla bagnate la superficie del panetto pronto con un po’ di latte…funziona!
  • Lo spessore della pastiera varia dai tre ai cinque centimetri, dipende dalla dimensione della teglia, e dunque anche dal gusto personale.
PreparazionePreparazione

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Campania Napoli iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*