Gnocco fritto, tradizione emiliana

Lo gnocco fritto appartiene alla tradizione culinaria emiliana e sembra tramandarsi dai tempi della dominazione longobarda. Famoso lo gnocco fritto di Modena.

Gnocco frittoGnocco fritto

Lo gnocco fritto è conosciuto in regione con diversi nomi a seconda della zona in cui viene prodotto: crescentina, crescente, torta fritta; ma è apprezzato anche in altre regioni italiane con piccole variazioni nella ricetta: c’è chi usa acqua frizzante, il bicarbonato, l’olio, ma, comunque si tratta di pasta pane fritta. Buonissimo anche servito per conto suo, lo gnocco fritto ancora caldo è superlativo, come da tradizione, accompagnato da un ricco tagliere di salumi misti, lardo e qualche formaggio con cui riempirlo dopo averlo tagliato a metà.

La ricetta di FullTravel.it
Gnocco fritto
La sua ricetta è molto semplice, altro non è che una sorta di
Scolatura gnocchi
Porzioni
persone
Ingredienti
Porzioni
persone
Ingredienti
Scolatura gnocchi
Istruzioni
  1. Preparare la pasta tipo pane che viene fritta e poi farcita con gustosissimi salumi e formaggi, magari dell'Emilia Romagna.
    Sfoglia
  2. Friggili in una padella capiente con molto strutto che è l'ideale per avere gnocchi leggerissimi.
    Quadratini di pasta
  3. Se in casa non avete dello strutto, potete sostituirlo con del normale olio per friggere.
    Frittura gnocchi
  4. Ottimo friggere anche con metà strutto e metà olio d’arachide. Nell'impasto dello gnocco fritto si può incorporare della polenta avanzata diventerà gustosissimo.
    Gnocco fritto
Suggerimenti

Riempite lo gnocco fritto con nutella, marmellata, etc. …per una versione di dolce bontà!

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Emilia-Romagna Modena iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*