Fusilli lucani con ragù, rafano e pecorino

Per il Carnevale è tradizione in Basilicata preparare per i fusilli con ragù di carne aromatizzati con il rafano: una gustosa radice piccante molto usata che si estrae tra gennaio e marzo.

Fusilli lucaniFusilli lucani
La ricetta di FullTravel.it
Fusilli lucani con ragù, rafano e pecorino
I fusilli (fusidd’) sono un singolare formato di pasta della cucina lucana, realizzato a mano mediante il tradizionale rametto di ginestra, da tanto però sostituito da un “ferretto” a sezione quadrata da cui deriva anche il nome di maccheroni inferrettati.
Fusilli lucani
Piatto Primo piatto
Cucina Italiana, Lucana
Porzioni
Ingredienti
Piatto Primo piatto
Cucina Italiana, Lucana
Porzioni
Ingredienti
Fusilli lucani
Istruzioni
  1. Mescoliamo le due farine e disponiamole a fontana sulla spianatoia. Impastiamo con acqua tiepida, un uovo intero e qualche pizzico di sale fino, quanto basta per ottenere una pasta soda, omogenea ed elastica; lasciamola riposare per qualche minuto sotto una zuppiera rovesciata per evitare che si secchi mentre si preparano i fusilli.
    Seconda fase di lavorazione
  2. Separiamo man mano pezzi di pasta di piccole dimensioni, arrotoliamoli allungandoli sotto le mani come se fossero serpentelli, infariniamoli e tagliamoli in tronchetti di 3-4 centimetri.
    Prima fase di lavorazione
  3. Ricaviamo i fusilli appoggiando su ogni tronchetto il ferretto e facciamolo scorrere sotto le mani aperte muovendole avanti e indietro fino ad ottenere un maccherone lungo vuoto al centro.
    Seconda fase di lavorazione
  4. Sfiliamo ogni maccherone dal ferretto.
    Fase sfilamento fusillo
  5. Adagiamolo distanziato dagli altri preparati sulla spianatoia infarinata e lasciarli asciugare bene.
    Fusilli lucani
  6. Lessiamo al dente la pasta in abbondante acqua salata e condiamola con ragù di carne di maiale, di agnello o con semplice salsa di pomodoro e serviamo spolverizzando abbondantemente di pecorino grattugiato e rafano.
    Risultato finale
Suggerimenti
  • Preparare i fusilli anche il giorno prima per farli asciugare bene.
  • Se non si dispone della radice fresca utilizzare le creme al rafano in commercio.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Basilicata iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*