Frittole o ciccioli di maiale
Frittole lucane o ciccioli
Le “frittole di maiale” confermano il famoso detto che del maiale non si butta niente. Sono il frutto del lardo trattato sul fuoco. 
Frittole o ciccioli di maiale
Frittole lucane o ciccioli
Le “frittole di maiale” confermano il famoso detto che del maiale non si butta niente. Sono il frutto del lardo trattato sul fuoco. 
Porzioni Tempo di preparazione
10porzioni 1ora
Tempo di cottura Tempo Passivo
50minuti 10minuti
Porzioni Tempo di preparazione
10porzioni 1ora
Tempo di cottura Tempo Passivo
50minuti 10minuti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Tagliare a tocchetti il lardo.
  2. Aggiungere i tocchetti in una pentola ampia con un po’ di acqua tiepida per non fare attaccare il grasso
  3. Aggiungere un po’ di sale e portare alla cottura.
  4. Mescolare il grasso periodicamente in modo da aiutarlo a sciogliersi.
  5. Quando i ciccioli sono pronti diventano più scuri e rosolati.
  6. Scolare i ciccioli in uno scolapasta e lasciare raffreddare.
  7. L’unto, ancora tiepido, va conservato in un barattolo di vetro da riporre in frigo o in un luogo a temperatura costante e fresca. L’unto ha preso il nome di sugna (a sud) o di strutto.
  8. Aggiungere ai ciccioli ancora caldi del sale. La ricetta lucana prevede che le “frittole” debbano essere condite, oltre che con il sale, anche con un po’ di finocchietto selvatico e della “polvere” di peperoni dolci molto diffusa in regione.
Suggerimenti

I ciccioli sono usati anche come ingrediente della focaccia.