Viaggio in aereo: quanto tempo prima arrivare, check-in, controlli e documenti

Viaggiare in aereo è conveniente ma richiede una notevole organizzazione: bisogna sempre muoversi in tempo e non arrivare all'ultimo minuto con i bagagli ancora da preparare. Per facilitare il check-in e sapere come comportarsi, è importante informarsi riguardo ogni eventuale restrizione o divieto in base alla compagnia prescelta.

Aeroporto check-inAeroporto check-in

E’ essenziale arrivare in aeroporto con un certo margine di anticipo, in modo da non rischiare di perdere il volo. Chi intraprende un viaggio in aereo deve tener presente che orario di imbarco e di partenza non sono la stessa cosa, e che la porta di imbarco viene solitamente chiusa un quarto d’ora prima del decollo. Da quel momento in poi, nessun passeggero potrà più salire sull’aereo.

Quanto tempo prima bisogna arrivare in aeroporto?

In linea di massima, è consigliabile raggiungere l’aeroporto almeno due ore prima rispetto alla partenza. È meglio trascorrere un po’ di tempo in più sul posto, magari leggendo un libro o sorseggiando un caffè al bar, piuttosto che correre il pericolo di perdere l’aereo. Per questo è fondamentale stabilire almeno una settimana prima come arrivare all’aeroporto, se usufruire dei mezzi pubblici o dell’auto e, in quest’ultimo caso, dove parcheggiarla. Prima dell’imbarco bisogna effettuare il check-in in aeroporto o il check-in online, ma una volta superati tutti i controlli è possibile rilassarsi in vista del volo; in genere, i passeggeri iniziano a imbarcarsi una quarantina di minuti prima del decollo.

Naturalmente, è necessario anticipare di molto l’arrivo all’aeroporto se si viaggia in gruppo, se il volo è affollato e se il viaggio avviene in alta stagione. Bisogna, cioè, considerare una serie di fattori per evitare di dover fare tutto in grande fretta.

Il check-in in aeroporto: come funziona

Parlando di cosa fare in aeroporto si è fatta menzione del check-in. Si tratta di un controllo che riguarda sia il viaggiatore sia il suo bagaglio: gli addetti a questa funzione esaminano la carta d’identità o il passaporto, il biglietto aereo, le misure e il peso delle valigie da stiva e dei bagagli a mano. Se è tutto in regola, al termine dell’operazione si riceve la carta d’imbarco, con la quale si accede allo step successivo, ovvero i controlli personali.

Il check-in in aeroporto, come si può ben immaginare, prevede lunghe file e richiede parecchio tempo: questo è il motivo per cui bisogna recarsi in aeroporto un paio d’ore prima della partenza. Vi è, però, l’alternativa del check-in online, che può essere fatto comodamente da casa tramite il sito della compagnia aerea con la quale si viaggia. Basterà inserire i propri dati personali e si stamperà la carta d’imbarco, in un procedimento semplice che tuttavia varia a seconda della compagnia.

Per quanto riguarda il check-in online con Ryanair, ad esempio, è sufficiente inserire le informazioni richieste sul sito o sulla app, stampare la carta d’imbarco in PDF e presentarla sul posto o direttamente al gate se si ha con sé solo il bagaglio a mano. Bisogna sottolineare che il check-in online con Ryanair è obbligatorio: giungere in aeroporto senza carta d’imbarco stampata determina il pagamento di una penale.

Lo stesso vale per il check-in online easyJet, mentre il check-in online con Alitalia non è obbligatorio e non può essere effettuato da determinate categorie di persone (ad esempio coloro che viaggiano con bagagli speciali, i ragazzi fino a quattordici anni non accompagnati). Questo tipo di check-in con Alitalia, in aggiunta, può essere svolto entro un’ora dalla partenza e riguarda sia il bagaglio a mano sia quello da stiva. Invece il check-in online con Vueling si può eseguire solo per il bagaglio a mano, mentre quello da stiva va comunque registrato presso gli appositi banchi. Lo stesso vale per il check-in online con Air Italy.

AeroportoAeroporto

Controlli e documenti in aeroporto

A questo punto bisogna evidenziare che, per ogni compagnia aerea, vi sono determinate regole riguardo i bagagli a mano e da stiva. Il discorso su cosa si può portare in aereo è molto vasto: il bagaglio da stiva è soggetto a meno restrizioni rispetto a quello a mano, ma comunque sono assolutamente vietati gli oggetti contundenti, le armi da fuoco e quelle giocattolo, i fuochi d’artificio e, in generale, tutto ciò che può essere o apparire pericoloso. I controlli sui voli sono molto rigorosi e consentono ai passeggeri di viaggiare in totale sicurezza. Bisogna fare attenzione, tra l’altro, al peso del bagaglio in stiva: ancora una volta è importante informarsi sulla singola compagnia. Ad esempio, i bagagli in stiva con Ryanair possono essere al massimo due e non devono superare i 20 kg a valigia; i bagagli in stiva permessi da Vueling, invece, sono di quattro diverse categorie di peso, dai 15 ai 30 kg.

Il controllo dei voli riguarda anche i documenti. Quelli accettati per viaggiare in Europa sono la carta d’identità valida per l’espatrio o in alternativa il passaporto; se si resta in Italia è possibile esibire anche un documento diverso, come la patente di guida o quella nautica, il porto d’armi o il libretto di pensione, mentre per i paesi che non fanno parte dell’area Schengen è necessario il passaporto. In alcuni casi è richiesto un particolare visto, come l’ETA per il Canada. Queste regole valgono genericamente per tutte le compagnie aeree, ma il consiglio è sempre lo stesso: è meglio informarsi, per sicurezza, sulle norme della specifica compagnia scelta per il volo.

Anche i bambini devono avere con sé degli appositi documenti. Se si viaggia in compagnia di un neonato ma si rimane nei confini della penisola italiana sarà sufficiente la carta d’identità dei bambini, da richiedere presso il proprio Comune di residenza; se, invece, ci si sposta in Europa, bisogna aggiungere il lasciapassare per l’espatrio. Per i viaggi al di fuori del continente europeo, infine, i documenti per neonati in aereo comprendono il passaporto obbligatorio, da ottenere in Questura.

Conclusioni

Un viaggio in aereo prevede una serie di verifiche preliminari, motivo per cui è preferibile arrivare in aeroporto con tutti i documenti e i bagagli in regola. In questo modo, infatti, ogni controllo si svolgerà con rapidità e ci si potrà imbarcare tranquillamente entro i tempi previsti, senza il pericolo di rallentare o rimandare il proprio volo.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*