Puglia la regione più prenotata per TUI che intanto pensa al lungo raggio

Puglia, Toscana, Calabria e Sicilia, ecco le prime quattro regioni più prenotate per il Tour Operator TUI durante l’estate appena trascorsa. Perde terreno la Sardegna che, come più volte segnalato su questo blog, ha subito
Puglia la regione più prenotata per TUI che intanto pensa al lungo raggio
Puglia la regione più prenotata per TUI che intanto pensa al lungo raggio

Puglia, Toscana, Calabria e Sicilia, ecco le prime quattro regioni più prenotate per il Tour Operator TUI durante l’estate appena trascorsa. Perde terreno la Sardegna che, come più volte segnalato su questo blog, ha subito il caro prezzi dei traghetti (il mezzo più usato dalle famiglie che raggiungono l’isola).

Il calo dei turisti in Sardegna ho avuto modo di toccarlo con mano visto che questa estate le mie vacanze si sono svolte proprio sull’isola. Ho avuto modo di parlare con diversi albergatori e tutti, dal nord al sud e dall’est all’ovest, mi hanno risposto allo stesso modo: il calo delle presenze turistiche quest’anno è considerevole. A farne le spese soprattutto il nord dell’isola, dalla costa smeralda alla Gallura, quest’ultima con un calo di presenze pari al 30% che tradotto in numeri cadauno significa circa 300.000 persone.

Secondo TUI e Easy Market (nome della corporate che controlla anche TUI Italia) se il mare del sud e della Toscana sono stati i luoghi più gettonati per quanto riguarda il corto raggio, le Maldive con l’Oceano indiano e il Kenya sono state le mete più gettonate sulla lunga distanza. A parte il mare, sempre su distanze a lungo raggio, il tour operator segnala la crescita dell’America, soprattutto sul versante occidentale.

L’estate del 2011 sicuramente non passerà alla storia come un periodo dai grandi spostamenti e, soprattutto, non ha lasciato il sorriso agli operatori del settore. Intanto TUI amplia la propria offerta inserendo nuove mete soprattutto a lungo raggio come l’Oceano Indiano e i Caraibi, destinazioni gradite a chi è alla ricerca del caldo durante l’inverno.  Il catalogo di TUI, inoltre, si è arricchito di altri 5 mila hotel tutti prenotabili direttamente sul portale di TUI che, nonostante la congiuntura economica che colpisce anche il comparto turistico, continua a segnare dati in linea con le aspettative.


Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Senza categoria iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*