Presepe nel Pantheon a Roma in arrivo dalla Sassonia

All'interno del Pantheon a Roma sarà possibile visitare un presepe della Sassonia, ospitato all'interno della Cappella San Giuseppe. Il presepe tradizionale sassone si affianca ad una mostra sul Natale in Sassonia.

Dal 5 dicembre – giorno di inaugurazione – fino al 2 febbraio 2011 sarà possibile ammirare un tradizionale presepe delal Sassonia, in esposizione presso la Cappella San Giuseppe del Pantheon, a Roma. Si tratta di un presepe con statue a grandezza naturale ed è il più noto e importante presepe realizzato da Jo Harbort. Per avere un’idea dell’imponenza e della presenza dell’opera, nella foto a cooredo di questo articolo è possibile ammirare il presepe allestito nella città di Zwickau, prima del suo trasferimento a Roma.
Questo pregevole presepe è testimonianza evidente dell’estro e della maestria artigiana sviluppata nella regione dell’Erzgebirge; così come pure tutto ciò si evice visitando una mostra collegata all’esposizione del presente all’interno del Pantheon. Il Centro Pastorale Pellegrini di Lingua Tedesca a Roma ospiterà al contempo la mostra sul Natale in Sassonia. Anche qui ci sarà un altro presepe ma soprattutto manufatti – sempre in chiave natalizia – che testimoniano la naturale vocazione mineraria della Sassonia: ecco allora comparire i minatori, accanto a piramidi di varie dimensioni, ad opere d’arte in legno e a schiaccianoci. Spazio anche alla tradizione culinaria, con il dolce tipico sassone chiamato “Weihnachtsstollen“.
Ecco dunque due appuntamenti da tener presenti nel caso si stesse programmando il ponte dell’Immacolata a Roma o un weekend durante le prossime festività natalizie. In questo modo, oltre ad ammirare il sempre suggestivo Pantheon, si potrà cogliere l’occasione di scoprire il presepe Sassone e le tradizioni della regione dell’Erzgebirge.

Cerca offerte lastminute

Compariamo compagnie aeree ed agenzie di viaggio alla ricerca del miglior prezzo

Roma cosa fare


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter