Prenotazione hotel, consigli per clienti e albergatori

Prenotazione hotel
Prenotazione hotel

Di sovente mi capita di dover dare consigli ad albergatori e clienti (amici, conoscenti o contatti occasionali) su come presentare la propria struttura alberghiera in Internet o dove prenotare un hotel. La mia figura di giornalista e consulente che da anni osserva la Rete attraverso le tecnologie e il marketing applicati all’industria del travel (tra gli altri), evidentemente viene percepita come intermediaria, come l’arbitro su un ring.

Nel ringraziare quanti ogni giorno mi danno questa fiducia, ho voluto scrivere questo post che è il frutto di alcune personali considerazioni.

Intermediazione alberghiera

Da anni in Internet esistono numerose piattaforme di prenotazione hotel. Ai brand noti come Expedia, Booking.com, Venere, etc. si sono aggiunti nel tempo anche nuove iniziative sociali come le community (Trivago, TripAdvisor, Travellisti, etc.), comparative come i siti di confronto prezzi (Booking di FullTravel, etc) e di pura promozione come le Strutture Turistiche di FullTravel.it. E’ evidente che tutte le piattaforme basano il business sul proprio circuito che, con finalità diverse, arrivano all’utente finale.
Albergatore:
Vantaggi
I vantaggi di un hotel sono fin troppo evidenti. Avere a disposizione piattaforme che curano tutti gli aspetti del sito (ottimizzazione, web marketing, promozione su diversi canali, etc.) e che, soprattutto, attraggono molto traffico è un fattore molto importante per un albergatore.  Più il sito di vendita hotel è trafficato da utenti profilati (che cercano un hotel in questo caso) e maggiori sono le possibilità di successo. Tradotto in parole semplici, prenotazioni di camere grazie al lavoro di queste piattaforme. A questo si aggiunge anche il costo del software di prenotazione online (booking online, per gli addetti ai lavori) che viene fornito direttamente dai siti intermediari e comparatori.

Svantaggi
La presenza in questi siti comporta un investimento economico. Molte piattaforme sottraggono diversi punti percentuale (si va da un minimo del 12% a salire, a seconda della piattaforma utilizzata)  che possono raggiungere anche picchi importanti in alcune occasioni. Spesso sono proprio le oscillazioni delle percentuali a fare la differenza. In diversi casi, più la percentuale aumenta e più si sale di posizioni. Elemento non da trascurare visto che comunque le prenotazioni degli hotel nei vari Expedia, Booking.com, etc. sono direttamente proporzionali alla posizione occupate .

Cliente:
Vantaggi
Cercare in un solo sito un hotel è un modo rapido per trovare subito delle lusinghiere risposte alla ricerca. Tanto più che i siti di intermediazione, così come quelli di comparazione o le stesse community,  hanno sempre una vastissima scelta di hotel selezionati e mostrati per località prescelta. Solitamente, quando il prezzo è speciale, viene indicato, così come molto visibili sono gli sconti e altre promozioni. Le community, poi, hanno il vantaggio di essere presidiate dagli stessi utenti/clienti che spesso hanno alloggiato nell’hotel e, in qualità di osservatori speciali, possono esprimere la propria opinione.

Svantaggi
Le piattaforme potrebbero mostrare, in alcuni casi, un prezzo maggiorato delle spese di agenzie o di gestione. Per la verità non sempre è così, ci sono casi in cui addirittura i prezzi sono inferiori grazie ad accordi tra la piattaforma e il singolo hotel. Analogo discorso per le community e i siti vetrina.

Disintermediazione alberghiera

Per disintermediazione alberghiera si intende la vendita diretta delle camere dell’hotel attraverso il proprio sito o comunque in forma indipendente dalle suddette piattaforme di intermediazione.
Albergatore:
Vantaggi
La vendita diretta delle proprie camere comporta all’albergatore la possibilità di non lasciare ulteriori guadagni a terzi. Alcuni siti di hotel con vendita diretta (booking online)  possono effettuare sconti ulteriori grazie allo “sgravio dei costi di intermediazione”. In estrema sintesi, la percentuale prevista per l’intermediario si potrebbe tradurre in sconto per il cliente. Inoltre, i clienti possono essere fidelizzati e non lasciati a siti intermediari per la loro gestione.

Svantaggi
Un primo svantaggio, più irrisorio, è quello legato al software di prenotazione (booking online) che comporta delle conoscenze e degli investimenti (oggi si trovano a buon mercato). Il secondo svantaggio, il più importante, è il “farsi trovare”. Il cliente abituale della prenotazione alberghiera online, si rivolge a siti analizzati nello spazio di intermediazione oppure si affida ai motori di ricerca (Google in primis) per la ricerca di un hotel. Se non si è ben posizionati nelle prime 10 posizioni di Google, difficilmente si otterranno risultati degni di nota. Tanto più che il posizionamento di Google è diventato sempre più difficile a causa di alcuni cambiamenti dello stesso motore che tenta ti premiare le mappe (Google Places). Affidarsi ad un professionista SEO (ottimizzazione nei motori di ricerca) potrebbe costare molto con risultati non garantiti anche se un sito non ottimizzato non ha nessun valore per il motore di ricerca e, quindi, per l’utente che effettua una ricerca. L’investimento SEO, se non esoso, andrebbe comunque sostenuto.  

Cliente:
Vantaggi
I vantaggi di una prenotazione hotel direttamente sul sito dell’albergatore potrebbe tramutarsi in un prezzo più conveniente. Ma non è sempre così, come si è visto.

Svantaggi
Cercare un hotel singolarmente comporta una ricerca minuziosa. Inoltre, i circuiti di prenotazione hotel che abbiamo visto nel paragrafo dedicato all’intermediazione, sono spesso molto selettivi grazie a consulenti esperti che chiedono alcune garanzie perché l’hotel possa entrare nel circuito o agli stessi utenti (nel caso di community e di siti comparatori). La scrematura del sito da parte degli addetti ai lavori o di chi c’è stato, è un elemento da considerare in ogni occasione.

Conclusione
Credo che l’intermediazione e la disintermediazione possono coesistere e che l’una non debba escludere l’altra. Le forme miste sono sempre premianti e da prendere in considerazione. In questo spazio non mi sono soffermata sulla promozione di una singola struttura alberghiera sui siti di social network in quanto l’argomento necessita di uno spazio dedicato. Tuttavia, chi ha gradito questa mini guida, chi vuole entrare in contatto con me, può scegliere una delle tante forme che si trovano in questo sito, dagli indirizzi social all’email oppure lasciare un commento che è sempre benaccetto.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

1 Commento

  1. Cara Ana. Ho letto con molto piacere il vostro comento sui siti alberghieri e prenotazioni on line tramite intermediazione alberghiera. Volevo fare una domanda:Travelrepublic lavete mai sentito come sito, e afidabile o ti fa delle brute sorprese.Io voglio fare un viaggio in Creta questo estate e i prezzi per 4 persone tramite Booking.com e Expedia sono estremamenti cari. Io parlo per i alberghi che a me mi piacerebe restare.Tramite Travelrepublic, per lo stesso albergho ho trovato dei prezzi inferiori a Booking e Expedia.Bisogna pagare in anticipo. A me non mi interessa la forma di pagamento ma ho paura che puo darsi, quando arriva la data di partire mi chiamano e mi dicono che le stanze sono esaurite e non ce piu posto anche se io lo gia fatta la prenotazione.(esiste sempre questa possibilita) Adesso lei cosa mi consiglia, cosa devo fare, qualle sito? Per favore dattemi una risposta che solo lei me la puo dare. Grazie molto Vanessa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*