Potager Royal della Venaria Reale: apertura il 16 aprile

Aprono i giardini della Venaria Reale: il 16 aprile è prevista l'apertura del Potager Royal, con ingresso gratuito in occasione della festosa inaugurazione.

Grande festa a Venaria: sabato 16 aprile apriranno i giardini della Reggia, con la pubblica inaugurazione del Potager Royale. Per l’occasione, si potrà accedere gratuitamente (normalmente il prezzo d’ingresso alla Reggia è di 12 euro), così da poter visitare e lasciarsi incantare da 10 ettari di frutteti e orti, particolarmente affascinanti in questo periodo dell’anno. Alla bellezza della natura si aggiungono i vivaci giochi d’acqua e l’attenta progettazione di questa area verde.
Il Potager Royal di Venaria è ubicato nelle vicinanze della Cascina Medici del Vascello ed è oggi il Potager più esteso d’Italia, inaugurato nel 2011 a corredo delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia a Torino.
Questa meravigliosa area verde è stata studiata nel rispetto dei canoni architettonici dell’epoca, sfruttando però un pizzico di stile moderno e le innovazioni del settore che consentono al Potager una forma invidiabile.
Dunque, accanto ai criteri prettamente agricoli, sono stati ben calibrati gli aspetti puramente estetici, con la giusta alternanza di orti, spazi coperti, giochi d’acqua e colture estensive.
Sono stati messi a punti vari percorsi all’interno del Potager di Venaria, così da scoprire chicche e particolarità correlate: dai consigli di cucina, alle osservazioni botaniche, dai laboratori di educazione sensoriale, fino alla degustazione di prodotti tipici.
Si potrà inoltre scoprire tutto quanto ruota attorno al Potager: la zona del riciclo e del compostaggio, l’apiario e le serra.
Tanti, poi, gli spunti di apprendimento per i bambini che, in questi meravigliosi viali verdi, impareranno il rispetto per l’ambiente, l’abolizione dello spreco alimentare, le tecniche di semina e i principi base dell’agricoltura.
Un piccolo mondo verde, dunque, sta per spalancare le sue porte a Venaria Reale, per la gioia degli occhi dei visitatori.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione TORINO iscriviti alla nostra newsletter