Ponte del 25 aprile in un un castello millenario dell'Umbria

Un viaggio astronomico al Castello di Petroia. a Gubbio, dove i livelli di buio sono massimi e dove il 22 aprile 2017, per la Giornata Mondiale della Terra, si esplorano in modo privilegiato i misteri dell’universo. 

Castello di Petroia, esternoCastello di Petroia, esterno

Un Ponte “stellare” attende chi sceglierà di trascorrere il weekend che anticipa la festa del 25 aprile 2017 nello storico Castello di Petroia (PG). Sulla collina circondata dalla campagna umbra, su cui è adagiato da secoli, è completamente assente l’inquinamento luminoso. I livelli di buio, infatti sono massimi e certificati come Gold. Un viaggio straordinario nel cosmo è quanto vivranno dunque coloro che sabato 22 aprile, che coincide con la Giornata Mondiale della Terra, parteciperanno alla serata astronomica dedicata alla consapevolezza dell’uomo nell’universo. Alle 18.00, gli esperti di Astronomitaly guideranno gli ospiti tra le meraviglie del cielo, tramite un software che li proietterà in una navicella spaziale alla scoperta della Terra, la luna, i pianeti, la via lattea, le galassie e i misteriosi pianeti extrasolari. Dopo il viaggio spaziale, lo Chef stellato Walter Passeri farà assaporare un delizioso menu a tema, alla luce delle sole candele.

Castello di Petroia, camera Junior DeluxeCastello di Petroia, camera Junior Deluxe

Dopo cena, l’osservazione astronomica con il telescopio dalla piazza del Castello, alla ricerca di Giove, i suoi satelliti e la sua macchia rossa, scoperta nel 1665 da Giovanni Cassini. Uno sguardo privilegiato su galassie e nebulose lontanissime. Lunedì 24 aprile il viaggio si compie invece nel passato con l’evento “Ritorno a Petroia”: una serata medievale, tra musica e ricette del XIII e XIV secolo.

La proposta di 3 notti con prima colazione, eventi del 22 aprile, banchetto e festa medievale del 24 aprile è da 192 euro a persona.

Per informazioni: Castello di Petroia
Loc. Petroia –  Gubbio (PG) Tel. 075 920287 E-mail: info@petroia.it

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Gubbio Umbria iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento